manifesto cutolo

Spunta un manifesto per Raffaele Cutolo ad Ottaviano, sua città natale. Ancora non si conoscono le modalità e i tempi della sepoltura del boss della nuova camorra organizzata morto lo scorso 17 febbraio a Parma, dove era detenuto in regime di 41 bis.

Manifesti per Cutolo

Nei pressi del cimitero che dovrebbe ospitare le spoglie, è stato affisso un manifesto funebre che ne annuncia la morte con la dispensa dalle visite, “a causa dell’emergenza covid”.

Intanto ieri il questore di Napoli Alessandro Giuliano ha vietato i funerali in forma pubblica e solenne per Raffaele Cutolo. Oggi, sabato 20 febbraio, sarà eseguita l’autopsia, poi la salma sarà trasferita ad Ottaviano, città natale del padrino. I tempi dipenderanno dal disbrigo delle pratiche burocratiche.

Le esequie potranno svolgersi solo in forma privata all’interno del cimitero con la partecipazione dei congiunti più stretti e senza corteo. L’amministrazione comunale potrebbe poi disporre ulteriori misure per evitare eventuali assembramenti all’esterno della struttura.

Leggi anche: Cosa lega Raffaele Cutolo a Giugliano

Sul manifesto si legge: “Serenamente si è spento, all’età di 79 anni, la cara esistenza di Raffaele Cutolo. Ne danno il triste annuncio la moglie Immacolata Iacone, la figlia Denyse, il fratello Pasquale, la sorella Rosetta, nipoti e parenti tutti. A causa dell’emergenza covid, si dispensa dalle visite”.

Leggi anche: Cutolo, arriva la serie tv: parlerà della vita dell’ex boss dal primo omicidio fino al carcere duro

continua a leggere su Teleclubitalia.it