“Fatevi gli affari vostri, non siete nessuno per giudicare”. E’ uno delle decine di commenti che si leggono sui social da parte di chi conosceva molto bene i rapinatori, Saverio Pirozzi e Raffaele Fusco, che ieri sono stati arrestati sull’Asse Mediano mentre tentavano di fuggire dopo aver messo a segno una rapina al distributore di carburanti.

Arresti sull’Asse Mediano, amici e parenti difendono i rapinatori sui social

Amici e parenti provano a far valere le loro ragioni e cercano di difendere Fusco e Pirozzi dai messaggi degli utenti indignati per l’ennesima rapina che si consuma nell’area Nord di Napoli. “Non potete capire. Ognuno fa una scelta di vita”, scrive una donna. “Se il nostro paese non cambia è perché c’è una mentalità criminale che deve essere sterminata”, ribatte un utente.

E sempre ai social network affidano le loro preghiere e le loro speranze: “Ragazzi, tutto passa. Lo so perché voi siete forti. Vi voglio bene e vi aspetto”, scrive un amico di “Lellino” (Raffaele Fusco, ndr) e Saverio Pirozzi.

“O’ Pilò, meglio il rumore dei cancelli che il suono delle campane. Ti promesso che sarò al tuo fianco fino alla fine. Ti voglio bene, mi manchi”, scrive in un post una parente. Post che non è passato inosservato e che in poche ore ha raccolto centinaia di commenti.

“Ma vi sembra normale tutto questo vittimismo?”, si domanda un utente, che poi sottolinea: “Vi ricordo che ha fatto una rapina, e per quanto possa sembrare strano per chi fa rapine esiste la galera”. Entrambi i rapinatori hanno profili su Facebook: provando a scavare tra i post e le foto presenti sulle loro bacheche, si trovano immagini di Scarface e di Pablo Escobar, noto narcotrafficante colombiano la cui storia è stata raccontata anche in una serie tv.

Ieri mattina, i due rapinatori sono stati bloccati e acciuffati da gli agenti sull’Asse Mediano, all’altezza della rampa di ingresso Afragola-Cardito. I malviventi guidavano a velocità sostenuta e per sfuggire ai poliziotti hanno percorso la carreggiata contromano provocando un incidente. Ferito il conducente di una Jeep che non è riuscito a schivare l’auto su cui erano a bordo i balordi. Con non poche difficoltà, gli agenti sono riusciti a bloccarli e ad arrestarli. I due avevano messo a segno una rapina ad un distributore di carburanti a Grumo Nevano, ma dagli accertamenti è emerso che in quella giornata Fusco e Pirozzi avevano commesso ben tre rapine. I due sono stati arrestati per per rapina aggravata, porto abusivo di arma, resistenza a Pubblico Ufficiale e ricettazione.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it