pedofilo in rete castel volturno arrestato

Adesca un 14enne su Telegram durante il lockdown si fa inviare materiale pedopornografico. La mamma della vittima scopre tutto e lo fa arrestare. In manette un 30enne di Castel Volturno.

Castel Volturno, arrestato pedofilo: si faceva inviare foto hot da un 14enne

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 30enne di Castel Volturno. L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di adescamento di minorenni, tentata pornografia minorile e detenzione di materiale pornografico commessi nei confronti di un minore di 14 anni.

A condurre le indagini il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ischia  con l’ausilio della procura della repubblica di Napoli. L’inchiesta ha permesso di ricostruire che l’arrestato, da febbraio 2020, aveva adescato il minore attraverso Telegram e Whatsapp. Poi gli aveva inviato foto intime e aveva tentato di ottenere dallo stesso esibizioni pornografiche attraverso videochiamate e messaggi.

L’attività investigativa è scaturita da una dettagliata denuncia della madre della vittima. La donna si è immediatamente rivolta ai Carabinieri dopo aver scoperto che il figlio stava intrattenendo delle conversazioni in chat a sfondo sessuale con un adulto. Le indagini, eseguite con escussione di testimoni, perquisizione e sequestro di apparecchiature informatiche, nonché consulenze tecniche, hanno inoltre consentito di rinvenire, nello smartphone del 30enne di Castel Volturno, un ingente quantitativo di materiale pedo-pornografico. La galleria era composta da 114 immagini e 136 video dal contenuto pedo-pornografico.

continua a leggere su Teleclubitalia.it