murales luigi caiafa

Blitz questa mattina a Forcella per eliminare il murales dedicato al baby rapinatore Luca Caiafa. Dopo le polemiche scaturite nelle ultime settimane sulla presenza di decine di murales e altarini dedicati a malavitosi, stamattina è scattato il blitz di polizia, municipale. Non sono mancati momenti di tensione.

Murales dedicato a Luigi Caiafa

Il dipinto raffigurava il volto di Luigi Caiafa. Ora operai stanno provvedendo a coprirlo.

Tra i murales finiti al centro delle polemiche quello dedicato a Ugo, 15 anni, ucciso a marzo del 2020 da un carabiniere, vittima della sua aggressione predatoria a Santa Lucia. L’altro, quello che si sta provvedendo a rimuovere questa mattina dedicato a Luigi, 17 anni, finito a terra sotto i proiettili esplosi da un poliziotto intervenuto in flagranza, in via Vespucci, durante una rapina. Entrambi indagati nelle inchieste aperte dalla Procura di Napoli.

Leggi anche: Napoli, entrambi uccisi a distanza di 2 mesi: Ciro e Luigi uniti da un tragico destino

continua a leggere su Teleclubitalia.it