variante inglese campania sapri

E’ allarme variante inglese in Campania. Sono tre le persone colpite dal nuovo ceppo del Covid-19 a Sapri, in provincia di Salerno. A risultare contagiate ben tre persone, tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Campania, variante inglese a Sapri: tre contagi

I tre casi sono stati individuati nell’ambito del protocollo di collaborazione tra l’Asl di Salerno e l’Università degli studi di Salerno finalizzato all’identificazione di nuovi genotipi di Sars-Cov-2, le cosiddette «varianti». I tre casi positivi sono emersi all’ospedale di Sapri. Si tratta di tre soggetti della stessa famiglia. Non è chiaro dove abbiano contratto la variante e in che circostanze. Presentano i sintomi del Covid: tosse e febbre.

Come spiega Il Mattino, a consentire la rilevazione le indagini molecalori eseguite presso il Laboratorio di Medicina molecolare e genomica dell’Università di Salerno, diretto dal professor Alessandro Weisz, mediante sequenzimetro Ngs di tamponi positivi al Sars-Cov-2 identificati presso il Laboratorio di Biologia molecolare dell’ospedale di Eboli. Le autorità sanitarie temono ora che la variazione del Covid possa acquistare velocità di circolazione anche alle nostre latitudini, portando un’impennata di contagi.

Variante Covid

La variante inglese, così ribattezzata perché identificata per la prima volta in Gran Bretagna a settembre, non risulta più pericolosa del ceppo originario di Covid-19, ma – secondo i primi studi effettuati – più contagiosa. Questo permette al virus di diffondersi più rapidamente nella popolazione e di provocare di conseguenza più ricoveri e decessi. Risulterebbe più resistente alle mascherine. In Italia la sua diffusione è ancora sotto controllo, mentre in altri paesi europei, come Inghilterra e Francia, è diventata il ceppo preponderante. Intanto è notizia di ieri che un uomo di 30 anni, positivo alla variante, è stato fermato a Como e denunciato dai Carabinieri. Ha circolato in taxi e in treno nonostante fosse consapevole della sua positività.

continua a leggere su Teleclubitalia.it