Arriva la Social Card, bonus da 480 euro per le famiglie: come fare per avere i soldi

social card come fare richiesta

Arriva un ulteriore bonus compatibile con il reddito di cittadinanza. Si tratta della Social Card, la carta acquisti di Inps da 480 euro all’anno, 40 euro al mese. I percettori del Reddito di Cittadinanza potranno accedere dunque al bonus a patto però che si posseggano alcuni requisiti.

Chi può ottenere il bonus

Come ottenere la Social Card

Bisognerà compilare il modulo per la richiesta della Social Card e presentarlo all’ufficio postale abilitato più vicino. Compilare il modulo di richiesta che si trova negli uffici postali e sul sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Bisognerà presentare all’ufficio postale il modulo compilato più vicino con diversi allegati.

L’originale e una fotocopia del documento di identità.

L’attestazione Isee valida, anche in fotocopia, oppure l’attestazione provvisoria rilasciata dal CAF (Centro di Assistenza Fiscale).

L’originale e una fotocopia del documento di identità dell’eventuale persona delegata come titolare della Carta nel quadro 4 (solo per richiedente con più di 65 anni).

L’Ufficio Postale, dopo una verifica della completezza e conformità della documentazione presentata, rilascerà una copia della richiesta della Social Card.

Come fare per non perdere il sussidio?

Come spiega Money.it, esiste una doppia sospensione per il Reddito di cittadinanza: nel caso di mancata presentazione del modello ISEE aggiornato al 2021 e nel caso di scadenza delle prime 18 mensilità previste.

Una circolare dell’Inps ha confermato che tutti i beneficiari che non avranno presentato un modello ISEE aggiornato entro la fine di gennaio 2021 non potranno ricevere il pagamento del mese di febbraio, mentre per il mese di gennaio 2021 bastava la presentazione del vecchio ISEE 2020.

Per ovviare al problema, in questo caso, è necessario presentare entro i termini stabiliti il nuovo modello ISEE 2021 compilando l’apposita DSU.

Il secondo motivo per il quale si potrebbe incorrere nella sospensione del sussidio, invece, è la scadenza delle 18 mensilità di Reddito di cittadinanza.

Per coloro ai quali sono scadute le prime 18 mensilità (e dunque chi ha ottenuto la prima ricarica nel mese di agosto 2019), dunque, si rende necessaria la richiesta di un rinnovo.

Per poter svolgere tale operazione, però, occorre attendere un mese di sospensione: quindi, il nuovo pagamento avverrà entro il giorno 15 del mese di marzo 2021.

continua a leggere su Teleclubitalia.it