Dramma ad Aversa per la morte di Raffaele Estinto, imprenditore di scarpe trovato suicida nella sua azienda nella zona industriale di Carinaro-Teverola. A fare la scoperta suo figlio, che trovato il padre senza vita.

Aversa, crisi Covid: imprenditore morto suicida

L’uomo, storico imprenditore del settore calzaturiero, titolare dell’azienda Soloxbò, affrontava da alcuni mesi molte difficoltà economiche legate soprattutto all’emergenza Covid in Campania. Per assicurare uno stipendio ai suoi dipendenti, qualche anno prima si era visto persino costretto a vendere alcune proprietà. Ora i nuovi debiti accumulati e la mancanza di nuove commesse nel pieno della pandemia lo avevano scoraggiato. Il timore di riattraversare una nuova crisi dalla quale uscire soltanto a costo di ulteriori sacrifici lo hanno spinto a togliersi la vita.

Da chi lo conosceva Raffaele Estinto era definito una persona perbene, sempre preoccupato per il benessere della sua famiglia e dei suoi dipendenti. La notizia ha fatto rapidamente il giro della comunità di Aversa, in cui era radicato da tempo. Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Gricignano di Aversa. La salma è oggetto di sequestro da parte della Procura di Napoli Nord, anche se appare scontata la causa volontaria del decesso.

Solidarietà e cordoglio sono arrivati da amici e conoscenti e anche dalle associazioni di categoria. “Piena solidarietà e vicinanza alla famiglia dell’imprenditore – dice Massimiliano Santoli, presidente del Comitato Piccola Industria presso Confindustria di Caserta – ma episodi del genere sono la spia di un malessere profondo e di un’emergenza sociale che riguarda alcune filiere che sono ferme ormai da mesi, come quella delle calzature, rispetto ad altre che continuano a lavorare e anche a crescere; non vorrei fare la Cassandra, ma nei prossimi mesi ci aspettano momenti duri; per questo credo sia arrivato il momento di misure ad personam, ovvero che riguardino categorie produttive più sofferenti rispetto ad altre. I ristori servono a poco. Lo Stato deve muoversi”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it