autocertificazione santo stefano

Anche oggi, giorno di Santo Stefano, per spostarsi è necessaria l’autocertificazione. Il 26 dicembre come i due giorni precedenti l’Italia è ancora in zona rossa. Se in questa giornata si vuole andare da amici e parenti (massimo in due più figli con meno di 14 anni) è necessario avere con sé il modulo che abbiamo ormai imparato a conoscere già nel primo lockdown.

Autocertificazione a Santo Stefano

Nel modulo non bisogna scrivere il nome delle persone cui fate visita ma l’indirizzo. Nel caso della visita agli amici, si deve barrare la casella “altri motivi ammessi dalle vigenti normative…” come motivazione dello spostamento e, nell’apposito spazio in cui la motivazione deve essere descritta, dovremo scrivere: “visita ad amici”, oppure “visita a parenti”. Nota importante: per ogni giorno è possibile effettuare un solo spostamento.

Qui è possibile scaricare il modulo. 

La zona rossa sarà ancora domani 27 dicembre, poi ci saranno due giorni di zona arancione. Dal 31 dicembre al 3 gennaio e il 5 e 6 gennaio di nuovo l’Italia sarà rossa. In questi giorni si deve lasciare la propria abitazione solo per motivi di lavoro, di salute e per necessità improrogabili, che andranno specificate nel modulo.

Il modulo è essenziale anche se tornate alla vostra residenza da una seconda casa. Questo viaggio – non durante il coprifuoco – è sempre permesso, anche nei giorni “rossi”, ma è bene specificare sul modulo l’indirizzo di residenza o di domicilio.

Leggi anche: Campania, le regole per Santo Stefano: visite agli amici, negozi e centri commerciali

continua a leggere su Teleclubitalia.it