Una lite condominale tra parenti rischia di finire a coltellate. In manette un 43enne di Frattamaggiore, Raffaele Capasso, bloccato dai Carabinieri prima che possa ferire gli altri condomini.

Frattamaggiore, lite in condominio rischia di finire nel sangue: arrestato 43enne

I carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno arrestato il 43enne per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di armi. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine. I militari sono intervenuti in uno stabile di Via don Minzoni (Frattamaggiore) dove era stata segnalata una lite condominial. Diverse le persone, quasi tutti imparentate, che discutevano animatamente sulla gestione del condominio spintonandosi e venendo alle mani.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, il litigio tra i condomini era ancora in corso e Capasso brandiva un grosso coltello da cucina verso i familiari. Alla vista dei militari, lo ha lasciato cadere e poi si è scagliato a mani nude contro i carabinieri. Ha provato a colpirli con calci e pugni ma è stato bloccato. Finito in manette è stato tradotto al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it