Non c’è pace per i residenti di via Reginelle a Licola. Altre trenta persone, infatti, sono costrette a lasciare le proprie abitazioni per mettere in sicurezza la zona dopo lo sprofondamento della strada provocato dalle abbondanti piogge di questi giorni.

Giugliano, in fuga dalla voragine: altre trenta persone sgomberate

Una prima ordinanza di sgombero aveva raggiunto tre famiglie, che hanno trovato ospitalità presso l’Hotel Orchidea. Si trattava di nuclei familiari residenti proprio nel palazzo che lambisce la voragine venutasi a creare tre giorni fa. Nel tardo pomeriggio di ieri, i tecnici della Protezione Civile hanno effettuato un ulteriore sopralluogo insieme agli uomini della Sma Campania. Constatata la pericolosità per l’incolumità pubblica, si è provveduto a disporre lo sgombero per altre trenta persone.

Come spiega il Mattino, però, alcuni dei residenti non hanno voluto lasciare la propria abitazione. Intanto proseguono i lavori per la realizzazione di una strada alternativa alle spalle del centro abitato. I lavori dovrebbero essere ultimati oggi. La disponibilità dei proprietari di alcuni fondi agricoli che sorgono alle spalle della stradina ha reso così possibile realizzare un varco provvisorio che consenta agli abitanti del posto di uscire da via Reginelle. Dopo la messa in sicurezza, toccherà poi all’amministrazione di Giugliano e a quella regionale, che ha competenza sul condotto fognario, provvedere alla pubblicazione di un bando per l’avvio dei lavori di ripristino.

continua a leggere su Teleclubitalia.it