rapina napoli cartoleria

Napoli. Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in viale dei Colli Aminei per una tentata rapina presso una cartoleria.
Gli agenti hanno accertato che un uomo armato di pistola, in compagnia di una complice, aveva minacciato il titolare dell’esercizio commerciale intimandogli di consegnare l’incasso.

La vittima, accortasi che si trattava di un’arma giocattolo priva del tappo rosso, si era rifiutata di consegnare alcunché ed era riuscita a mettere in fuga i due che si erano allontanati a bordo di un’autovettura.

Grazie alle dettagliate descrizioni dei rapinatori e al numero di targa fornito dalla vittima, gli agenti, con il supporto dei Falchi della Squadra Mobile, tramite il sistema di videosorveglianza cittadino, li hanno rintracciati in via Santi Quaranta.

Alla vista della pattuglia, mentre la donna è stata subito fermata, l’uomo si è liberato della pistola gettandola sotto un’auto in sosta ed ha cercato di nascondersi in un basso di via Felice Cavalotti dove è stato però individuato e bloccato dopo una violenta colluttazione con gli operatori.
All’interno dell’auto sono stati trovati un computer e uno smartphone che, da accertamenti effettuati, erano stati rapinati dall’uomo poco prima presso uno studio legale  in vico Tarsia.

Salvatore Cavallo, 42enne napoletano con precedenti di polizia, e A.G., 40enne napoletana, sono stati arrestati per tentata rapina e ricettazione in concorso, inoltre, l’uomo è stato arrestato anche per rapina, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it