truffa asse mediano

Spunta una nuova truffa sull’Asse Mediano. Questa volta i malviventi per entrare in azione hanno scelto la SS 7 bis – nota come Nola-Villa Literno -. Diversi automobilisti raccontano sui social di essere stati vittime di una famiglia a bordo di una Fiat Punto grigia. A bordo della vettura un uomo, una donna e un bimbo piccolo.

Truffa del papà di famiglia sull’Asse Mediano

La macchina è apparsa – apparentemente in panne – nei pressi dell’uscita di Succivo. Vicino alla punto si sistema un uomo straniero mentre all’interno ci sono una donna e un bambino piccolo. Apparentemente si tratta di una famiglia in difficoltà per problemi meccanici ma in realtà sono truffatori in cerca di vittime da ripulire.

Il conducente della Punto si sporge in mezzo alla carreggiata, costringe così la vittima di turno a rallentare o a fermarsi. A quel punto, ottenuta l’attenzione del malcapitato, spiega di essere rimasto a secco con la benzina, o peggio di aver avuto un guasto al motore.

Infine completa la messinscena: aggiunge di non avere contanti e quindi procede con una richiesta esplicita di danaro. Qualche automobilista, alla vista del bimbo, si intenerisce e decide di donare dei soldi al papà in difficoltà. “Fatelo per mio figlio”, è l’appello che il truffatore rivolge al malcapitato di turno. Vittime del tranello sarebbero stati diverse persone di passaggio. Episodi simili in questa settimane si sarebbero consumati anche sull’Asse Mediano, in direzione Napoli e in direzione Caserta. Il tam-tam è già partito sui social ed è partita anche la segnalazione alle forze dell’ordine.

continua a leggere su Teleclubitalia.it