campania zona rossa

Per domani, giovedì 3 dicembre, è atteso il nuovo Dpcm del Governo Conte, che arriverà ad un mese esatto da quello emanato il 3 novembre scorso che ha istituito la classificazione delle aree di gravità Covid, per le regioni in gialla, arancione e rossa.

La Campania, dopo un breve periodo in area gialla, è stata poi classificata come rossa e dunque ad alto rischio. Ad oggi i contagi stanno lentamente calando, migliora dunque l’Rt locale e la platea di posti letto ordinari e di rianimazione si sta allargando anche grazie agli accordi presi dalla Regione Campania con le cliniche private. Oggi sono circa 170 i posti di terapia intensiva occupati.

Campania zona rossa: domani cosa accade?

Bisognerà aspettare i prossimi giorni, però, per capire se il trend in calo dei contagi sarà confermato. Questo soprattutto a seguito dei numerosi assembramenti con migliaia di persone per le celebrazioni spontanee per la morte di Diego Armando Maradona, avvenuta il 25 novembre.

Domani, si deciderà se la Campania rimarrà in zona rossa anche per il periodo delle festività natalizie, oppure se la regione verrà promossa in zona arancione, o addirittura in zona gialla, che prevedono minori restrizioni e consentono anche la riapertura di alcune attività commerciali che allo stato attuale, in zona rossa, sono invece chiuse. I numeri iniziano a far ben sperare.

Bisogna capire domani se anche per la Campania, come già avvenuto per la Lombardia, ci sarà il passaggio in zona arancione. Il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ha assicurato che “Da qui a 15 giorni tutta Italia o gran parte d’Italia sarà gialla, pensiamo a restrizioni puntuali per il periodo delle feste che non ci fanno allentare i nostri comportamenti”.

 

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it