E’ ancora sotto choc la città di Afragola per la morte di Rodolfo Orefice, il volontario della Croce Rossa di 39 anni morto ieri in strada dopo un malore. Sui social sono tantissimi i messaggi di cordoglio pubblicati da amici e parenti.

Afragola, la tragedia di Rodolfo: muore in strada a 39 anni

Il giovane era all’interno dell’ambulanza della Croce Rossa, in via Friuli, traversa di via Cinquevie, non lontano dal rione Salicelle, quando ha accusato un forte dolore al petto. Sceso dal mezzo, Rodolfo si è subito accasciato a terra. Quando però i soccorsi sono arrivati, per il 39enne non c’era più niente da fare. Era già morto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli agenti della polizia municipale per i rilievi del caso. Rodolfo era un operatore dell’Aias ed era in giro per effettuare delle terapie.

Intanto la notizia ha fatto il giro del web. In queste ore sono apparsi molti post sui social in suo onore. “Ricordo il mio primo turno, ero teso, impacciato e disorientato – scrive Luca -. Con molta disinvoltura, mi dicesti: ‘Non preoccuparti Luca, devi aprire solo la porta’. Sempre disponibile ad accontentare chiunque, anche quando dovevamo scappare per effettuare il prossimo trasporto. Mi mancheranno i nostri discorsi sulle caratteristiche delle macchine usate. La nostra amicizia è durata troppo poca, ma il giusto per capire che persona favolosa eri”. “Umile, rispettoso, con un grande cuore”, il ricordo invece di Caterina.

continua a leggere su Teleclubitalia.it