Scene di follia a Procida, in provincia di Napoli. Un giovane di 26 anni ha aggredito sanitari e carabinieri per ottenere a tutti i costi un tampone. La vicenda si è consumata nei pressi del dri-vin. L’uomo ha danneggiato tra l’altro con calci e pugni due ambulanze.

Procida, aggredisce sanitari e carabinieri per un tampone

L’uomo, tra l’altro positivo al Covid-19, voleva essere sottoposto a un nuovo tampone molecolare. A quanto pare però non voleva rispettare la fila al drive-in e ha cominciato a dare in escandescenze. Prima ha insultato il personale sanitario, poi ha preso a calci i mezzi di soccorso.  A quel punto gli infermieri hanno allertato le forze dell’ordine.

All’arrivo dei Carabinieri,  il giovane ha iniziato a minacciare anche i militari. Il 26enne si è avvicinato al volto del Comandante della Stazione e gli ha parlato abbassandosi la mascherina di scatto, gli ha detto “Così te lo sei preso anche tu”. Il Comandante della Stazione per precauzione si era sottoposto in isolamento fiduciario. I Carabinieri della Stazione di Procida lo hanno denunciato per minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento ed interruzione di pubblico servizio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it