Cerca di correre ai ripari il governatore Vincenzo De Luca. Di fronte all’avanzata dei nuovi casi di Covid-19 che hanno assegnato alla Campania il triste primato di prima regione per numero di contagi nel bollettino dell’altro ieri, il capo dell’Esecutivo regionale ha emanato una nuova ordinanza per arginare la diffusione del virus.

De Luca, nuova ordinanza contro il coronavirus: stretta sui viaggi all’estero

Ancora una volta nel mirino del governatore i vacanzieri che rientrano dall’estero oppure dalla Sardegna, diventata il principale focolaio di Covid-19 per centinaia di villeggianti. Quasi un terzo dei nuovi infetti nella regione provengono infatti da fuori. Nella giornata di ieri i casi sono stati 184, di cui ben 86 sono viaggiatori rientrati dalle vacanze (35 solo dalla Sardegna). Il documento redatto dal governatore nella serata di ieri ha efficacia immediata e prevede alcuni obblighi e raccomandazioni. Nel dettaglio:

  • A tutti i residenti della Campania che – fino al 10 settembre 2020 – facciano rientro dalle vacanze in Sardegna o dall’estero. Con mezzi pubblici o privati, sia con tratte dirette che attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale. Fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al Dipartimento di prevenzione dell’ASL di appartenenza al fine della somministrazione di test sierologico e/o tampone oltre all’isolamento domiciliare fiduciario di 14 giorni salvo esito negativo.
  • Restano salve le disposizioni nazionali e regionali in tema di rientri dai paesi extra Shengen.
  • Raccomandazione a tutti i cittadini della Regione Campania rientrati negli ultimi 14 giorni di contattare il dipartimento dell’Asl per sottoporsi a tampone o test sierologico.


continua a leggere su Teleclubitalia.it