maisto granata amministrative 2020

Giugliano. È sempre più vicino l’appuntamento con le elezioni amministrative a Giugliano. Molti i giovani professionisti della città candidati al consiglio comunale, tra questi Giuseppe Granata e Maria Rosaria Maisto, candidati nelle file della Lega e a sostengo del candidato sindaco del centrodestra Giuseppe Pietro Maisto. 

Giuseppe Granata, 34 anni, professione avvocato civilista spiega i motivi della sua candidatura:“Mi candido per il forte senso di appartenenza con la città. Perché, non riesco, di fronte alle sofferenze economiche e sociali che, hanno reso questa città spenta e poco attraente, a fare finta di niente. Insomma mi candido per “legittima difesa” di un mio “Legittimo Amore”. Insieme a chi mi sostiene e mi sosterrà nella mia candidatura vogliamo contribuire alla “rivoluzione cortese” che il nostro candidato sindaco Giuseppe Pietro Maisto propone per la città di Giugliano” 

Granata spiega come la candidatura al consiglio comunale è il segmento di un percorso che parte da lontano:”La mia candidatura nasce da un coerente e lungo impegno partecipativo pregresso alla politica territoriale, e di militanza all’interno del mio partito, di cui già sono stato membro dell’esecutivo provinciale. Negli ultimi anni ho conseguito anche un soddisfacente percorso di crescita professionale, e ciò mi consente di avere più tempo da dedicare alla mia passione politica. A prescindere dal ricoprire o meno un incarico, il mio impegno politico, e il mio senso di forte appartenenza alla città, resterà sempre, e non soltanto per questa tornata elettorale. Spero e auspico che i 700 e più candidati delle varie liste, possano essere la scintilla culturale e innovativa per svegliare Giugliano dal torpore degli ultimi anni“ 

 Al suo fianco candidata anche la giovanissima Maria Rosaria Maisto, 24 anni, diplomata in odontotecnica, da sempre impegnata in attività di rilievo sociale, ed in particolare nella tutela dell’ambiente e del mondo animale. Maria Rosaria spiega quanto sia stato determinante il lockdown nella scelta di candidarsi: “Ho sempre lavorato per essere indipendente e autonoma e questo mi ha permesso di entrare in contatto con la realtà del mio territorio.  In molti, credo, si chiederanno i motivi della mia candidatura. Durante il lockdown ho capito quanto sia importante scegliere dei rappresentanti che sappiano capire i bisogni reali dei cittadini e siano in grado di dare risposte adeguate per risolvere i problemi nell’immediato tenendo lo sguardo fisso sul futuro. Conosco le potenzialità della mia splendida Giugliano e subisco, purtroppo, i limiti che le sono stati imposti dalle scelte sbagliate fatte in passato – poi conclude –  mi candido perché noi giovani abbiamo il dovere di essere artefici del nostro futuro e di non subire passivamente le decisioni degli altri. Voglio dar voce alle eccellenze Giuglianesi che devono diventare protagoniste del rilancio del nostro paese. Giugliano non deve più essere il territorio delle mancate opportunità”

 

COMUNICATO STAMPA



continua a leggere su Teleclubitalia.it