quando inizia la scuola

Manca meno di un mese alla riapertura delle scuole. Come tutti gli anni, anche questo la data precisa dell’inizio dell’anno scolastico varia da Regione a Regione. Il ministero dell’Istruzione ha indicato come giorno di avvio dell’anno scolastico 2020-2021 il 14 settembre, ma i diversi enti locali hanno poi adattato il calendario delle lezioni alle esigenze del territorio

Il calendario regione per regione

In Alto Adige si tornerà tra i banchi il 7 settembre, esattamente una settimana prima della data indicata dal ministero. La provincia autonoma di Bolzano ha stabilito per lunedì 7 la riapertura delle scuole, anche se quelle dell’infanzia a Trento riprenderanno le attività già dal 3 settembre. Saranno applicate le indicazioni anti-contagio del comitato tecnico scientifico. In primis quella che nega l’ingresso agli istituti a coloro che presentano temperatura superiore ai 37,5 gradi. Spetterà ai genitori misurarla preventivamente. Se si dovessero presentare alcuni sintomi legati al Covid-19 bisognerà tassativamente rimanere a casa.

Anche in Lombardia le scuole riapriranno i battenti il prossimo 7 settembre. Ma solo quelle per l’infanzia. Per tutti gli altri gradi d’istruzione bisognerà attendere il lunedì successivo, cioè il 14 settembre. Nell’ordinanza della Regione, infatti, si legge: “Come da nota congiunta della Regione Lombardia e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia dell’8 luglio 2020, la data di avvio delle lezioni è fissata al 7 settembre 2020 per le scuole dell’infanzia e al 14 settembre 2020 per tutti gli ordini e gradi di istruzione e per i percorsi di istruzione e formazione professionale, con possibilità di avvio anticipato da parte delle istituzioni scolastiche e formative”.

Questi sono i territori dove le scuole riapriranno prima della data stabilita dal ministero. Si tornerà tra i banchi il 14 settembre, invece, nella maggioranza delle Regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto e Sicilia. Nell’isola, tuttavia, le scuole che sono state scelte come sede dei seggi elettorali per le elezioni regionali o per il referendum sul taglio dei parlamentari potranno decidere di prorogare la riapertura. Anche fino a 10 giorni dopo la data prevista, cioè al 24 settembre.

Martedì 15 settembre saranno gli studenti della Toscana a tornare in aula. Il giorno successivo, mercoledì 16 settembre, toccherà invece al Friuli Venezia Giulia. La settimana successiva, il 22 settembre, sarà la volta della Sardegna e infine il 24 settembre, torneranno in classe alunni e studenti di Puglia e Calabria. 

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it