E’ salito di nuovo in maniera preoccupante oggi il livello del Lago Patria. Le acque sono fuoriuscite invadendo la carreggiata. Il motivo è sempre lo stesso: la foce verso il mare è ancora una volta chiusa dalla sabbia.

LAGO PATRIA, FOCE DI NUOVO CHIUSA

Una situazione di rischio che si ripresenta periodicamente in mancanza di un piano preciso di manutenzione costante. Il tratto di foce ricade nel territorio di Castel Volturno, la strada è gestita dalla Città Metropolitana di Napoli e l’area circostante ricade nel territorio comunale di Giugliano. La riapertura del canale spetterebbe dunque alla provincia di Caserta. Adesso i titolari delle attività della zona ed i cittadini sono preoccupati per un nuova esondazione ed i rischi per la tenuta della circumlago (già franata in passato), al momento unica strada di collegamento urbano tra Castel Volturno e Giugliano vista la chiusura del ponte pericolante.

C’è poi l’importantissimo aspetto ambientale. In assenza di piogge, l’innalzamento delle acque significa pure che gli scarichi abusivi nel lago andrebbero avanti. Anche nella scorse settimane, inoltre, la chiusura della foce ha portato alla scarsa ossigenazione del lago con la morte di centinaia di pesci.



continua a leggere su Teleclubitalia.it