“Non c’è mai stato un rompete le righe, i presidi di prevenzione anti-Covid devono accompagnarci per tutta la durata dell’emergenza. Almeno fino a quando non sarà pronto il vaccino”. È un appello al senso di responsabilità quello lanciato dal prof Paolo Ascierto, direttore dell’unità melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell’Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli.

Coronavirus, Ascierto: “Nuova ondata? Prevedibile. Si doveva arrivare a settembre con contagio zero”

“La nuova ondata era prevedibile – spiega Ascierto al Mattino – ma ciò che preoccupa di questa infezione di ritorno non sono i numeri, fortunatamente ancora bassi, ma l’incremento esponenziale. Saremmo dovuti arrivare ai primi di settembre con un contagio prossimo allo zero per consentire alla scuola di ripartire in tutta sicurezza, così invece non è stato”. Per quanto riguarda le centinaia di sperimentazioni di vaccini in atto in tutto il mondo ha aggiunto: “Alcune aziende sono a buon punto. Ma i tempi sono lunghi. Non penso si riuscirà ad ottenere il vaccino prima di gennaio 2021”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it