Vasta operazione anti-droga tra Lazio e Campania. Dalle prime ore di questa mattina i carabinieri della Compagnia di Formia (Latina) e dei comandi provinciali di Latina, Napoli, Caserta e Isernia Nhanno eseguito 22 misure di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti di altrettante persone.

Blitz anti-droga tra Campania e Lazio, 22 arresti

I componenti del gruppo criminale, compresa una donna, sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, possesso di armi e materiali esplodenti, minaccia, violenza privata e lesioni, con l’aggravante di aver agito con metodo mafioso.

Le indagini sono partite nel lontano ottobre del 2015. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la banda agiva sotto la guida di due fratelli provenienti dal quartiere Secondigliano di Napoli. I due avevano deciso di conquistare il mercato degli stupefacenti del sud pontino, arruolando a tal fine manovalanza criminale locale e creando così una fitta rete di pusher. Per assumere il controllo dell’attività di approvvigionamento e smercio di cocaina, hashish, marijuana e shaboo, imponendosi sul territorio, avevano posto in essere aggressioni e minacce anche ricorrendo all’uso di armi e bombe artigianali.

Così erano riusciti a conquistare l’egemonia nella vendita di droghe in un’ampia area incentrata su Scauri, nota località turistica del comune di Minturno, ma comprendente anche Formia, Minturno e altri centri del sud pontino. Tra gli indagati ci sono persone contigue ai clan camorristici operanti nel quartiere Secondigliano di Napoli. Erano in grado di importare ingenti quantitativi di stupefacente dalla città partenopea e dalla Spagna e rivenderli a prezzi maggiorati nel Sud Pontino. Sotto chiave, nel corso dell’operazione, anche droga, armi e persino due ordigni esplosivi.

I nomi degli arrestati:

  • Michele Aliberti, 28 anni nato e residente a Napoli
  • Marco Barattolo, 38 anni, nato a Nola e residente a Formia
  • Carmine Brancaccio, detto Mino, 40 anni, nato a Napoli, residente a Minturno
  • Danilo Armando Clemente, 35 anni, nato a Gaeta e residente a Minturno
  • Domenico De Rosa, nato a Sant’Agata dei Goti (Benevento), 24 anni, residente a Isernia
  • Giuseppe De Rosa, nato a Sant’Agata dei Goti (Benevento), 27 anni, residente a Minturno
  • Giancarlo De Meo, nato a Formia, 34 anni, residente a Minturno
  • Stefano Forte, nato e residente a Minturno, 46 anni
  • Francesco Leone, nato e residente a Formia, 23 anni
  • Giuseppe Leone, nato e residente a Formia, 45 anni
  • Massimiliano Mallo, nato a Napoli, residente nel rione Don Guanella, 31 anni
  • Giovanni Nocella, nato e residente a Formia, 52 anni
  • Walter Palumbo, nato e residente a Napoli, 37 anni
  • Raffaella Parente, nata a Formia, residente a Minturno ma dimorante a Parma, 29 anni
  • Amedeo Prete, nato a Villaricca (Napoli) e residente nel rione Don Guanella, 26 anni
  • Matteo Rotondo, nato a Sessa Aurunca e residente a Minturno, 24 anni
  • Valentino Sarno, nato e residente a Napoli (rione Don Guanella), 26 anni
  • Daniele Scarpa, nato a Forma e residente a Minturno, 37 anni
  • Domenico Scotto, nato e residente a Napoli, 37 anni
  • Raffaele Scotto, nato e residente a Napoli, 44 anni
  • Agli arresti domiciliari:
  • Giuseppe Sellitto, nato a Formia e residente a Sessa Aurunca, 29 anni
continua a leggere su Teleclubitalia.it