Scacco al clan Maiale di Eboli. I carabinieri della Compagnia di Salerno stanno eseguendo oggi sei provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di sei indagati. Sono accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, concorso in lesioni personali aggravate dal metodo mafioso, detenzione e porto abusivo di arma. L’operazione coinvolge sia la provincia di Salerno che quella di Napoli.

Eboli (Salerno), colpo al clan Maiale: sei arresti. L’inchiesta

I provvedimenti nascono da un’indagine del Nucleo Investigativo dei carabinieri di Salerno partita nel mese di maggio 2018, con il coordinamento della DDDA. Il procedimento trae origine dagli sviluppi delle indagini svolte a seguito delle denunce sporte dai titolari del supermercato “Al Caporale” di Eboli, in relazione ad un tentativo di estorsione commesso nel 2018, che vide come principale autore Giovanni Maiale, detto “A minaccia”. Maiale fu poi tratto in arresto – in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare – insieme a Adolfo Prinzi e Massimo Ammutinato, ai quali fu contestata l’aggravante del cosiddetto “metodo mafioso”, “avendo essi – scrivono i carabinieri in una nota – richiamato l’appartenenza al sempre temuto clan Maiale per convalidare il proprio potere di intimidazione”.

Droga e racket

L’indagine ha permesso di ricostruire l’esistenza di un articolato gruppo armato, con ruoli e competenze ben definite, dedito all’estorsione e al traffico di droga. In particolare, grazie alla disponibilità di sostanze stupefacenti come cocaina, hashish e crack, Giovanni Maiale assicurava il mercato illegale nella zona ebolitana. Si avvaleva la collaborazione del figlio Michael Gerardi, dalla compagna Antonella Marotta, della nipote Valentina Di Cunzolo e di Mario Del Vecchio. “A Minaccia” si avvaleva di un canale privilegiato di approvvigionamento di sostanze illecite nel quartiere Barra di Napoli, per il tramite di Claudio Rizzo.

Agli indagati vengono contestate anche condotte estorsive, declinate con minacce personali rafforzate dalla figura violenta del MAIALE, finalizzate a costringere alcuni “clienti” del gruppo criminale investigato al pagamento immediato di somme di denaro come corrispettivo di pregresse forniture di stupefacenti non saldate.

I nomi degli arrestati

Custoria cautelare in carcere:

1. MAIALE Giovanni “ a minaccia”, cl.1973;

Arresti domiciliari

2. DI CUNZOLO Valentina, cl.1997;

3. GERARDI Michael, cl.1999;

4. MAROTTA Antonella, cl.1992;

5. RIZZO Claudia, cl.1977;

Obbligo di dimora

6. DEL VECCHIO Mario, cl.1968.



continua a leggere su Teleclubitalia.it