Campania, De Luca annuncia prossime aperture per lidi, B&B, piscine e palestre. Per alcuni c’è già la data


“Riapriremo le attività che sono ancora chiuse”, ha annunciato il governatore Vincenzo De Luca. Nel corso della sua diretta settimale sui social, ha fatto il punto della situazione dopo la ripartenza di ristoranti e pizzerie. De Luca annuncia le prossime riaperture: tocca a lidi e b&b “E’ ripreso quasi tutto – ha precisato De Luca

Campania, De Luca annuncia prossime aperture per lidi, B&B, piscine e palestre. Per alcuni c’è già la data

“Riapriremo le attività che sono ancora chiuse”, ha annunciato il governatore Vincenzo De Luca. Nel corso della sua diretta settimale sui social, ha fatto il punto della situazione dopo la ripartenza di ristoranti e pizzerie.

De Luca annuncia le prossime riaperture: tocca a lidi e b&b

“E’ ripreso quasi tutto – ha precisato De Luca -. Ieri è toccato a ristoranti e pizzerie. Prossimamente prenderemo decisioni sulla data di apertura di piscine e palestre (che in moltre altre regioni riprendono il 25 maggio, ndr). Dal 25 maggio invece è deciso: ripartiranno bed&breakfast e centri termali. Ripartiranno anche gli zoo e le navigazioni da diporto per i cittadini campani”.

Poi un passaggio fondamentale sui lidi: “Autorirezzeremo gli stabilimenti balneari già dalla prossima settimana“. Manca, insomma, solo il giorno. L’ultima ordinanza regionale, la numero 48 del 17 maggio scorso, ha dato infatti mandato all’unità di crisi regionale di predisporre le misure per la ripresa in sicurezza entro il 25 maggio prossimo. E’ già possibile però, sin dal 4 maggio, accedere alle spiagge pubbliche per fare sport o attività motoria. I lidi privati sono tra l’altro già aperti le attività di manutenzione e di riadeguamento in vista dell’apertura al pubblico.

Resta blindata, invece, la movida. “La teniamo bloccata – spiega De Luca -. Tornare alla normalità non significa tornare a fare quello che facevamo prima. Appena abbiamo riaperto, puntualmente sono ripresi i comportamenti scellerati. In generale però negli ultimi anni è cresciuta una massificazione alienante anche per il divertimento e la socializzazione. Dobbiamo cogliere quest’occasione per avere di notte meno droga. Dobbiamo cancellare l’abitudine a rincrenetirci con l’uso di alcolici che mandavano in coma etilico decine di ragazzi e ragazze”.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.