diretta conferenza zaia veneto facebook

Diretta conferenza stampa Luca Zaia Veneto 20 aprile. Anche oggi, 20 aprile, ci sarà una nuova diretta della conferenza stampa di Luca Zaia per la Regione Veneto per gli aggiornamenti sul Coronavirus nella Regione. Il presidente Luca Zaia parla in diretta video dalla sua pagina Facebook ai veneti oggi 20 aprile intorno alle 12.30.

‘È una prima forma di autonomia, il Sud ha deciso di sposare il nostro progetto autonomista, lo dico come battuta. Voglio fare una appello: finitela di dire Nord contro Sud. Se il Sud dice di chiudere le frontiere è Sud contro Nord”. Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia in diretta Facebook.

inlineadv

“Mettevi nei panni di un cittadino che sale in treno – ha argomentato -: vuol dire che tutti i treni saranno soppressi, che tutti i treni che escono dai confini regionali non hanno più senso. Ma che proposta è, come fanno a mettere in piedi queste misure? Noi abbiamo sempre ospitato e accettato tutti, non ho mai fatto un’ordinanza per mandare via la gente dalle seconde case”.

Diretta conferenza Zaia Veneto 20 aprile

La diretta della Regione Veneto per l’aggiornamento della situazione legata al Covid-19 in Veneto è tenuta dal governatore Luca Zaia. Ed è possibile vederla a questo link. 

”La mia posizione – spiega Zaia – è che se c’è il supporto scientifico, è giusto che si apra. Sancita la messa in sicurezza dei cittadini e se si andrà avanti con un trend di attenuazione del contagio, ritengo che il tema della riapertura si possa affrontare agevolmente. Tempi? Speravo e spero che qualche segnale arrivi anche prima, ma immagino che il 4 maggio sia la dead line, oltre la quale ci saranno solo provvedimenti per le riaperture”.

Bollettino regione Veneto 19 aprile

I dati del bollettino di ieri dicono che ci sono 243 nuovi contagi registrati e positivi al tampone e purtroppo ancora 18 vittime. In isolamento domiciliare ci sono 11.913 persone, di fatto 700 meno di sabato: per quanto riguarda i pazienti ricoverati in terapia intensiva, sono 184 (1484 i meno critici), meno rispetto a tutti i ricoverati per le altre patologie.

Dei 18 decessi registrati – che fanno arrivare il dato delle vittime in Veneto al totale di 1087 dal 22 febbraio scorso – le aziende sanitarie hanno reso noto che 2 si trovavano a Padova, 1 a Dolo, 1 a Mirano, 1 a Cittadella, 4 a Santorso, 2 a Vicenza e 1 a Noventa, e ben 6 nel Veronese (1 a Verona, 2 a Legnago, 2 a Negrar e 1 a Villafranca). Sono infine 4.638 i pazienti veneti negativizzati virologici che possono dunque dirsi del tutto guariti dal coronavirus. Le aree con maggior diffusone del contagio sono ancora Padova (2003 contagiati attualmente positivi, escluso sempre il cluster di Vo’ Euganeo che comprende 8 nuovi contagiati), Verona con 3032 contagiati e Treviso con 1437 ammalati da Covid-19.

Bollettino protezione civile 19 aprile

In Italia le persone complessivamente risultate positive al Coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 178.972. Di questi, 108.257 sono i contagiati attuali. Le persone guarite nelle ultime 24 ore sono 2.128, per un totale di 47.055. Il totale delle vittime è di 23.660, 433 in più. Dal 12 aprile non si registrava un incremento così contenuto (quel giorno erano stati 431). Continua il calo dei pazienti in terapia intensiva: sono 2.635, 98 in meno rispetto a ieri. Il dato è in calo per il sedicesimo giorno consecutivo.

Dei pazienti attualmente positivi, 25.033 sono poi ricoverati con sintomi – 26 in più rispetto a ieri – e 80.589 sono in isolamento domiciliare. I tamponi eseguiti nella giornata di oggi sono 50.708 in più, per un totale di 1.356.541. Ieri erano stati 61.725. Il numero complessivo di tamponi giornalieri include anche i tamponi fatti “in uscita”, ovvero le persone che dopo la malattia o l’isolamento domiciliare vengono sottoposti a 1 o 2 tamponi prima di poter essere definiti “guariti”. Sono questi i dati del bollettino quotidiano della Protezione Civile. 

related