ettore spigno morto coronavirus napoli anm

Non ce l’ha fatta Ettore Spigno, il dipendente dell’ANM di Napoli risultato positivo al coronavirus. A darne notizia l’amministrazione comunale in un post, a firma di Luigi de Magistris. “Esprimiamo il più profondo cordoglio per la scomparsa di Ettore. L’azienda non mancherà di sostenere la sua famiglia”.

Coronavirus, morto a Napoli Ettore Spigno

Ettore era coordinatore d’esercizio di Anm. L’uomo era da diversi giorni in terapia intensiva. Fino al 5 marzo avrebbe prestato servizio in uno dei depositi dell’azienda. Era partito il 5 marzo per Torino per fare visita alle figlie. Rientrato il 10, aveva febbre e spossatezza. Si è messo in malattia e quando ha riscontrato la prsenza del coronavirus, ha deciso per il ricovero. Purtroppo il virus l’ha stroncato in poco più di due settimane.

inlineadv

Tanti i messaggi di cordoglio apparsi sui social in queste ore.  “Questa notizia ha provocato una profonda tristezza in tutti noi che facciamo parte della comunità del trasporto pubblico locale”, è il commento di Nino Simeone, presidente della Commissione trasporti. “Era un coordinatore del deposito, era uno di noi. Ha avuto la sfortuna di incrociare questo brutto virus. Ci mancherà”: è il ricordo di Marco Sansone, dipendente Anm e sindacalista.

related