Nuovo decreto Coronavirus, le misure del governo: le attività che non si fermano

Nuovo decreto Coronavirus, le misure del governo: le attività che non si fermano

Ieri sera il presidente del consiglio ha annunciato che da domani sarà in vigore un nuovo decreto Coronavirus. Il governo ha previsto la chiusura di tutte le attività produttive non essenziali. Questo si rende necessario, ha detto il premier, per frenare il contagio del covid-19. Le misure presentate ieri sera dal premier, Giuseppe Conte, stabiliscono nuove regole e divieti. “È la crisi più difficile dal secondo dopoguerra, non ci sono alternative”, ha detto.

Il testo ufficiale non è stato ancora diffuso. In queste ore circolano delle bozze del nuovo decreto Coronavirus con un elenco provvisorio delle attività aperte e chiuse, fino al 3 aprile. In via generale, Conte ieri ha annunciato che nell’ambito delle aziende restano attive tutte le filiere ritenute essenziali, e quindi legate al settore alimentare, a quello farmaceutico e biomedicale e a quello dei trasporti. Netta, invece, la riduzione delle attività legate alla Pa: restano di fatto aperte gli esercizi legati a sanità, difesa e istruzione. Continuano a operare, inoltre, edicole e tabaccai, oltre ai servizi d’informazione.

Nuovo decreto Coronavirus

Il premier rassicura il Paese: non ci saranno limitazioni di orario nei negozi di alimentari. E invita gli italiani alla calma, ad evitare l’accaparramento dei prodotti e il panico nei supermercati. Stop anche a molti cantieri. Tutti coloro che non siano coinvolti nei settori nevralgici per la sopravvivenza del Paese dovranno lavorare da casa e dunque si favorisce lo smart working.

Alimentari aperti

Restano aperti normalmente i negozi di alimentari e quindi: supermercati, discount, ipermercati, negozi di alimentari. “Non c’è bisogno di mettersi in fila per gli acquisti”, ha sottolineato il premier. Restano invece chiusi quei negozi non specifici che, oltre al cibo, vendono anche giocattoli e  abbigliamento. Nessuna riduzione dell’orario di chiusura per i negozi di alimentari. Smentita la voce che era circolata in questi giorni sulla chiusura anticipata alle 18.

Farmacie e parafarmacie

Anche per le farmacie e parafarmacie non cambia nulla. Restano regolarmente aperte. Nulla cambia per quanto riguarda la produzione, il trasporto e l’acquisto di medicinali.

Edicole e tabaccai

Non si blocca la produzione e la vendita dei giornali: edicole e tabaccai continuano ad essere aperti, ma con l’obbligo di accesso a una sola persona per volta.

Trasporti

Nello stop non rientrano i trasporti ferroviari di persone e merci, quello di passeggeri in aree urbane ed exrtaurbane, i taxi, il noleggio di auto con conducente, il trasporto di merci su gomma, il trasporto marittimo e quello aereo (anche se in queste ore fioccano le cancellazioni per mancanza di passeggeri).

Le aziende strategiche

Più complessa la definizione della attività strategiche, che cioè continueranno a funzionare, a livello aziendale. In una bozza del decreto del governo, che è ancora in fase di studio, sono elencate una settantina di voci. In testa alla lista ci sono le coltivazioni agricole, la pesca, l’industria alimentare e delle bevande. E poi la fabbricazione di tessuti  (quelli per vestiti da lavoro, esclusi cioè gli articoli di abbigliamento). Quella di materie plastiche, di gomma, carta, alluminio e prodotti chimici. La raffinazione del petrolio. E poi, naturalmente, la fabbricazione di prodotti elettromedicali, di forniture mediche e dentistiche. E la fornitura di energia, gas, aria condizionata. La raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. L’installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria (inclusa la riparazione).

Stop Lotto e slot machine

Blocco totale del gioco, dal Gratta e vinci al Lotto, negli esercizi abituali, ma neanche giochi online: lo stop ha effetto immediato.

Sport

Per quanto riguarda l’attività sportiva, già nel decreto precedente era stato previsto che lo sport all’aperto è possibile solo nei pressi della propria abitazione e e da soli. In Campania invece è vietato secondo un’ordinanza regionale.

Nuove misure del governo, l’elenco delle attività che restano aperte



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.