Coronavirus, Fondi “zona rossa” dopo due feste per anziani: casi anche a Formia e Gaeta


La città di Fondi diventa zona rossa. Colpa di un boom di contagi da coronavirus registrato in questi giorni. 47 sono nel paese del sud-pontino. 135 in tutta la provincia di Latina. Un numero preoccupante che ha spinto il governatore Nicola Zingaretti a isolare la cittadina e a imporre il divieto di entrare e uscita

Coronavirus, Fondi “zona rossa” dopo due feste per anziani: casi anche a Formia e Gaeta

La città di Fondi diventa zona rossa. Colpa di un boom di contagi da coronavirus registrato in questi giorni. 47 sono nel paese del sud-pontino. 135 in tutta la provincia di Latina. Un numero preoccupante che ha spinto il governatore Nicola Zingaretti a isolare la cittadina e a imporre il divieto di entrare e uscita a tutti i residenti.

Coronavirus, Fondi zona rossa: troppi contagi

A scatenare un focolaio a Fondi sarebbero state due feste per anziani organizzate il 25 febbraio scorso. Ad esse ha partecipato il nonno di una ragazza contagiata dal coronavirus a Milano. Da lì si sarebbe sviluppata la rete di contagi che ha investito tutto il pontino: Terracina, Formia e Lenola. Un momento di divertimento che si è trasformato nell’occasione perfetta sfruttata dal virus per espandersi nel basso Lazio. Attualmente si contano 192 persone in sorveglianza attiva e le 760 in isolamento domiciliare.

Una volta appurata la situazione critica, la Regione Lazio, sentito il prefetto di Latina e il sindaco di Fondi, come chiesto dall’Asl, è quindi intervenuta con un’ordinanza che istituisce la zona rossa. Il provvedimento prevede anche la sottoposizione a Tac di tutte le persone a rischio contagio. Vietato quindi per i residenti allontanarsi dalla città, vietato entrare nella città, bloccati tutti gli uffici e gli spazi pubblici, tutte le attività commerciali ad eccezione di quelle fondamenta come alimentari e farmacie, bloccato il trasporto pubblico e vietato uscire da casa anche per andare a lavoro.

A preoccupare gli amministratori è la presenza a Fondi del Mof, il più grande mercato ortofrutticolo del Centro-sud. L’ordinanza ha però consentito l’apertura della struttura soltanto il lunedì è il venerdì, dalle 6 alle 14, e il martedi, il giovedì e la domenica, dalle 5 alle 14. I gestori però dovranno sanificare lo stesso mercato ogni sabato e contingentare gli ingressi. Gli operatori potranno entrare solo con mascherine e guanti e e il personale verrà esaminato con termoscanner.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.