La Prefettura ha di fatto annullato l’ordine di divieto di sbarco ad Ischia per i cittadini lombardi, veneti e cinesi. La decisione di annullare l’ordinanza è scaturita anche a seguito di alcune proteste al porto di Napoli.

Niente più divietò di sbarco sull’isola di Ischia per i residenti in Lombardia e in Veneto, per i cittadini cinesi provenienti dall’aree dell’epidemia e per chi vi abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni. Lo prevedeva  fino al 9 marzo, una ordinanza appena firmata dai sindaci dei sei comuni dell’isola che è stata annullata dalla Prefettura.

Negativo il sospetto caso di Coronavirus ad Acerra, per il paziente isolato alla Clinica Villa dei Fiori. Lo rende noto il sindaco Raffaele Lettieri, che nelle ultime ore aveva attuato tutte le misure necessarie alla pubblica incolumità in attesa dei risultati del test. In isolamento era finito un imprenditore di un comune limitrofo, che ha detto ai sanitari di aver lavorato a Prato in stretto contatto con persone orientali. I sanitari hanno quindi disposto il tampone e messo in isolamento l’uomo, due medici e un infermiere con il quale l’imprenditore era venuto in contatto nel nosocomio. Negativi gli esiti del test anche per un altro caso sospetto segnalato ieri in Campania, quello di un autista di Ravello (Salerno) che aveva riferito contatti con turisti provenienti dall’Asia.



continua a leggere su Teleclubitalia.it