Giugliano, sfiducia secondo atto: in corso il tentativo di mandare a casa il sindaco Poziello

Giugliano, sfiducia secondo atto: in corso il tentativo di mandare a casa il sindaco Poziello

GIUGLIANO. L’appuntamento sarebbe per domani mattina. Luogo dell’incontro lo studio di un notaio. Motivo? Sfiduciare il sindaco Antonio Poziello.

E’ in corso in questi giorni un nuovo tentativo di sfiducia del primo cittadino di Giugliano. Il rumors circola da qualche giorno. La minoranza consiliare, che è ormai più numerosa della maggioranza dopo le varie fuoriuscite di sostenitori di Poziello, starebbe organizzando per domani mattina il “golpe”. In queste ore si rincorrono telefonate, messaggi per capire chi sarebbe presente domani mattina e chi invece no. Chi sarebbe pronto a mettere la parola fine a questa consiliatura e chi no.

In realtà ci sarebbero defezioni tra i banchi della “nuova opposizione”. Insomma, difficilmente ci sarebbero 17 consiglieri, sia tra gli “storici” di opposizione che tra i “nuovi”, i transfughi, pronti a dimettersi e sfiduciare il sindaco. E proprio per questo ci sarebbero state infuocate discussioni, “animate” telefonate all’interno di alcuni schieramenti.

Un tentativo simile andò in scena già in estate, lo scorso luglio. Gli esponenti di opposizione si riunirono ed erano pronti a recarsi da un notaio ma, anche in quel caso, non raggiunsero il numero necessario per far cadere l’amministrazione. Sono mesi convulsi per l’amministrazione targata Poziello. Ormai va avanti da tempo l’emorragia di consiglieri di maggioranza che stanno mettendo a dura prova la tenuta dell’amministrazione.

Giugliano. Consiglio al veleno dopo una notte di tensione: salta sfiducia al sindaco Poziello



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.