E’ uno degli attori più amati del pubblico italiano. Lino Guanciale ha partecipato a innumerevoli fiction, da L’Allieva a Che Dio ci aiuti, fino a Non dirlo al mio capo. Scopriamo alcune curiosità su di lui.

Lino Guanciale, età

Lino Guanciale è nato Avezzano, in provincia dell’Aquila, il 21 maggio 1979. Ha dunque 41 anni ed è del segno del Toro.

Altezza

L’attore abruzzese è alto 1.80 cm.

Vita privata

Il padre di Lino Guanciale è medico, la madre è insegnante ed entrambi hanno avuto Lino Guanciale e il fratello Giorgio Guanciale. Dopo studi liceali scientifici il cambio di rotta dell’attore è evidente nell’iscrizione alla facoltà di Lettere e Filosofia presso “La Sapienza” di Roma. 

Un ulteriore cambio di prospettive ed una dirompente passione per il teatro porteranno Lino Guanciale ad iscriversi all’Accademia nazionale d’Arte drammatica di Roma. Si diploma nel 2003 e vince anche il prestigioso premio Gassman. 

Carriera

Da quel momento la carriera di Lino Guanciale prende il sopravvento e inizia prima con il teatro, diretto da Gigi Proietti in Romeo e Giuletta. Poi approda in televisione  con la partecipazione alla fiction “Il segreto dell’acqua” e nel 2012 ancora in To Rome With Love di Woody Allen con una notevole partecipazione. Gli ultimi anni di carriera di Lino Guanciale sono un susseguirsi di successi sia sul piccolo che sul grande schermo e ancora sui palcoscenici dei maggiori teatri italiani.

Moglie e figli

Lino Guanciale si è sposato lo scorso 18 luglio con Antonella Liuzzi, alla quale è legato dal 2018. I due si sono conosciuti dopo che l’attore ha avuto una relazione lunga 10 anni con la collega Antonietta Bello e il loro amore li ha portati sull’altare.

Le nozze si sono svolte in gran segreto al Campidoglio e la festa è avvenuta alcune settimane dopo a Polignano a Mare, luogo di cui è originaria Antonella. Quest’ultima, tra l’altro è la figlia dell’ex senatore Pietro Liuzzi, due volte sindaco del comune di Noci, in provincia di Bari. Al momento entrambi non hanno figli.

Commissario Ricciardi

Lino Guanciale torna protagonista su Rai1 nell’attesissima serie tv “Il Commissario Ricciardi”, sei prime serate tra poliziesco, noir, mystery e melò, tratte dagli omonimi romanzi di Maurizio de Giovanni (editi da Einaudi), in onda in prima visione da lunedì 25 gennaio.

Luigi Alfredo Ricciardi è un giovane e integerrimo commissario della Regia Questura nel capoluogo campano. Introverso e solitario, Ricciardi ha un intuito e una determinazione particolari per le indagini, una vera ossessione alimentata da quello che lui chiama “il Fatto”, una dote ereditata dalla madre che tiene segreta a tutti. E’ in grado di vedere gli spettri delle vittime di morte violenta che gli svelano, ripetendo ossessivamente, l’ultima frase detta o pensata prima di essere uccisi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it