La crisi del Sud che non riesce a decollare: idee e proposte al convegno di Federproprietà

La crisi del Sud che non riesce a decollare: idee e proposte al convegno di Federproprietà

Una mattina all’insegna del Sud, per analizzare le sue problematiche e la possibile crescita che continua a stentare. Un convegno nazionale organizzato da Federproprietà, la Federazione Nazionale Proprietà Edilizia, per sabato 25 gennaio all’Università Pegaso di Napoli (Piazza Trieste e Trento 48) con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti, pianificatori paesaggisti e conservatori di Napoli e provincia e dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli. Un tema al centro di tutto: “La questione meridionale nella visione del riassetto del territorio”. Un dibattito voluto dell’onorevole Massimo Anderson, presidente nazionale di Federproprietà, l’associazione che riunisce e tutela piccoli e medi proprietari immobiliari favorendo, tra le altre tante iniziative, lo sviluppo dell’ambiente e il territorio.

Esponenti del mondo della politica e dell’università saranno presenti per dibattere su temi che tanto stanno a cuore al Mezzogiorno d’Italia: dalla tutela della casa come abitazione e base della vita di ogni cittadino, al riassetto del territorio circostante che possa permettere di godere davvero di un bene che è la base per ogni individuo. A far da sfondo, le difficoltà economiche che i giovani sono costretti ad affrontare e per le quali l’acquisto e la gestione di una casa sono diventati sempre più difficili. Soprattutto in un Sud che continua a decrescere, come si evince dai dati del Rapporto Svimez 2019, stilato dall’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno. Un rapporto che sabato 25 gennaio sarà spiegato per l’occasione da Adriano Giannola, presidente dell’associazione che tenterà di indicare le vie da seguire per uscire da una situazione difficile che vede il sud dell’Italia viaggiare a una velocità decisamente inferiore rispetto al Nord, così come lo stesso Settentrione offre dati di crescita che lo vedono nettamente in difficoltà rispetto al resto d’Europa. Un convegno che vedrà la partecipazione di molti studenti di Ingegneria e Architettura (la partecipazione dà diritto a due crediti formativi per ingegneri e architetti).

L’avvocato Luciano Schifone, già Consigliere regionale della Campania, è l’attuale presidente di Federproprietà Napoli e questo convegno arriva per mettere in risalto un tema che tanto sta a cuore ai giovani del Sud: «L’obiettivo della nostra associazione è riunire i piccoli e medi proprietari di abitazioni per garantire delle tutele, ma la cosa che più ci sta a cuore è proteggere la casa come fulcro dell’attività di ogni cittadino. Il tema del convegno è il riassetto del territorio, di un Sud che come vedremo dal rapporto Svimez purtroppo non riesce a decollare. Dalle infrastrutture alle politiche economiche, c’è più di qualcosa che non va e l’obiettivo e analizzare e proporre nuovi orizzonti affinché il Mezzogiorno d’Italia possa finalmente iniziare a camminare. Le politiche assistenzialistiche servono a poco, c’è bisogno di concretezza».

IL CONVEGNO

La giornata inizierà alle 9,30 con i saluti dell’avvocato Luciano Schifone (presidente di Federproprietà Napoli), dell’onorevole Massimo Anderson (presidente nazionale di Federproprietà) e dei professori Edoardo Cosenza (presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli) e Leonardo Di Mauro (presidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli).

Dalle ore 10 il professor Adriano Giannola, presidente della Svimez, analizzerà con i presenti il rapporto 2019 dell’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, per poi continuare con gli interventi coordinati dal professor Aldo Aveta dell’Università Federico II di Napoli per dibattere sulle risorse architettoniche e paesaggistiche nello sviluppo del Meridione, con il professore e ingegnere Giuseppe Sappa dell’Università La Sapienza di Roma per uno sguardo sulla nuova progettualità ecosostenibile. Il dottor Gianni Guerrieri, dirigente dell’Agenzia delle Entrate, spiegherà come la valorizzazione del patrimonio immobiliare possa essere motto dell’edilizia privata. Interverranno poi l’ingegner Paolo Clemente, dirigente Enea che parlerà della mitigazione del rischio sismico ed idrogeologico nella sicurezza abitativa, per poi passare con l’avvocato Marcello Cruciani dell’ufficio legislativo Ance ad analizzare infrastrutture, grandi opere e la revisione del codice degli appalti. Interverrà anche il senatore Riccardo Pedrizzi, dirigente nazionale di Federproprietà. Conclusioni affidate all’intervento dell’avvocato Emilio Buccico, già membro del Consiglio Superiore della Magistratura.

 



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.