Chi è Michael Jackson? La vita di Michael Jackson, il re del pop Michael Jackson, Michael Jackson morte

Chi è Michael Jackson? La vita di Michael Jackson, il re del pop Michael Jackson, Michael Jackson morte

The King of the Pop

Michael Joseph Jackson, l’uomo dei record, il cantante pop con il più alto numero di vendite e di incassi della musica leggera internazionale nasce il 29 agosto del 1958 in una numerosa famiglia afroamericana. Terzultimo di dieci figli, il piccolo Michael Jackson crescerà in un ambiente complesso e controverso che non lascerà mai del tutto la sua età adulta. La madre testimone di Geova e commessa in una catena di supermercati, il padre Joseph Jackson operaio della United State Steel avevano molto a cuore l’insegnamento della religione e tutta l’infanzia dei loro figli fu segnata da severe punizioni e violenze fisiche legate alla disobbedienza dei dettami del testo sacro. 

Ciò comportò lungo tutto il percorso di vita del re del pop un grande peso emotivo, una catena che lo legherà a vita a dolori emotivi complessi e mai del tutto chiariti. 

Ma ciò non implicò la non riuscita della carriera di Michael Jackson. La forte presenza della religione nell’immaginario quotidiano della famiglia e la passione del padre per la musica, portarono prima i fratelli maggiori di Michael e poi lo stesso cantante pop a fondare la band dei Jackson 5 dal 1964 al 1978. Il successo della giovane band di fratelli afroamericani arrivò ben presto e con esso l’esigenza del giovane Michael di esibirsi e di addentrarsi in una carriera da solista. 

Stessa che arrivò nel 1978, quando incontrò durante le riprese del musical the Wiz il produttore discografico Quincy Jones ed ebbe modo di chiedergli di produrre il suo primo album con l’etichetta “Epic”. L’album dal titolo Off The Wall uscì il 10 agosto 1979 con un immediato riscontro internazionale. Un successo che da allora in poi fu letteralmente inarrestabile. 

A consacrarlo come the King of the Pop fu certamente uno dei suoi più grandi successi, Thriller, uscito il 30 novembre 1982 rimasto primo in classifica per trenta settimane consecutive e nei primi dieci per ottanta settimane. 

Nel pieno del proprio successo musicale internazionale Micheal Jackson dovette scontrarsi con un duro evento che segnò tutta la sua esistenza: nel 1984 scritturato assieme ai suoi fratelli per uno spot Pepsi-Cola e recatosi sul set, fu vittima di un grave incidente. I suoi capelli presero fuoco riportandogli gravissime ustioni di terzo grado al cuoio capelluto e al cranio e il risarcimento milionario della compagnia fu devoluto interamente in beneficienza. Sono questi gli anni di successi come Beat It e  We are the World con Lionel Richie.

Caratteristica di Michael Jackson sicuramente quella di rendere film i video musicali. Un fenomeno degli anni ottanta che lo rese un pioniere in tal senso e un esempio ancora oggi imitato dalle maggiori star internazionali. Nel 1988 il libro autobiografico Moonwalk divenne un best seller assoluto e l’acquisto lo stesso anno di Neverland Ranch lo resero uno dei personaggi internazionali dal più alto impatto mediatico di tutti i tempi. 

L’idea di acquistare uno spazio da adibire a villa e parco divertimento per bambini e ragazzi, doveva rappresentare per Michael Jackson una sorta di rivalsa dall’infanzia che gli fu tolta dalla famiglia. I soprusi, gli abusi e le violenze fisiche del padre avevano minato l’anima del cantante fino a ricercare nei piccoli protagonisti di Neverland una nuova infanzia. Ma Neverland rappresentò per il cantante sopratutto una serie di accuse di pedofilia, rivolte nei suoi riguardi a partire dal 1993. Negli anni sono state numerose le denunce nei suoi riguardi e ad alcune di queste solo oggi si è potuti giungere ad una verità a sua discolpa. Il processo a suo carico iniziato nel 2003 e terminato nel 2005 lo assolse da tutti i capi d’accusa. 

Dopo anni controversi e bui in cui nonostante tutto la musica continuava a sancire la vera portata e dimensione del re del pop Michael Jackson. Tra queste certamente anche la non subito dichiarata motivazione sulla scelte di diventare bianco, dopo essere stato fino alla tarda adolescenza nero. La spiegazione arrivò solo nel 1993, quando Michael Jackson dichiarò di soffrire di vitiligine. Sposato una prima volta con Lisa Marie Presley nel 1994, si risposò con 

Deborah Jeanne Rowe detta Debbie nel 1996, divorziandone nel 1999. Dai due matrimoni nacquero i tre figli di Michael Jackson: Prince Michael Jackson, 

Paris-Michael Katherine Jackson e Prince Michael Jackson II, detto Blanket, nato nel 2002 da fecondazione in vitro. A causa di un abuso di propofol, un potente anestetico che gli provocò un arresto cardiaco,  il 25 giugno 2009 il cantante fu trovato morto nella sua casa di Holmby Hills. 

La morte di Michael Jackson portò uno stato di agitazione internazionale online, tanto che moltissimi siti andarono offline a causa del traffico enorme per la ricerca di notizie sulla sua morte. Anche sul finire della propria esistenza, il re del pop aveva continuato a raccogliere successi e record. 



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.