Il ritorno delle truffe agli anziani a Giugliano. Era da diversi mesi che le forze dell’ordine non ricevevano segnalazioni o denunce in merito. Ieri il raggiro è stato messo a segno ai danni di un’anziana tra via Vittorio Veneto e Licoda. Il malvivente, a quanto pare solitario, è entrato in azione nel primo pomeriggio.

LA TECNICA DEL NIPOTE E DEL FINTO CORRIERE

Il modus operandi della truffa è sempre lo stesso, ovvero quello del pacco per il nipote. Il truffatore ha prima chiamato sul telefono di casa, fingendosi il nipote di cui conosceva nome e cognome, dicendo che da lì a poco sarebbe arrivato un corriere che doveva ricevere dei soldi e lasciare un pacco.  E così, una volta aperta la porta, il malvivente ha chiesto addirittura 4mila euro alla signora. Alla fine è riuscita a farsi consegnare circa 600 euro in contanti oltre a gioielli e monili in oro. E’ stato lasciato un pacco che conteneva una statuetta di scarso valore. Subito dopo la vittima si è resa conto del raggiro ed ha avvisato vicini e parenti.

Il consiglio per evitare le truffe resta quello di non aprire ad estranei, chiamare subito i parenti per conferma oppure 112 o 113. Meglio farlo però da un cellulare oppure di verificare dal telefono fisso che il malvivente abbia liberato la linea, visto che spesso resta al telefono. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Giugliano, che hanno raccolto la denuncia dell’anziana truffata e stanno analizzando le immagini delle telecamere della zona.



continua a leggere su Teleclubitalia.it