Maltempo killer tra Napoli e Caserta: strade allagate, voragini e frane

Maltempo killer tra Napoli e Caserta: strade allagate, voragini e frane

Il maltempo continua a flagellare la provincia di Napoli e di Caserta. La bomba d’acqua che si è abbattuta stanotte ha provocato danni ingenti e disagi ai cittadini. I casi più gravi si registrano a Giugliano e ai Ponti Rossi, dove il manto stradale ha ceduto.

Napoli e area Nord

Strade allagate, tombini saltati, voragini e tetti scoperchiati. Sono solo alcuni dei danni segnalati nell’hinterland napoletano. A Mugnano, a Giugliano e anche a Marano le arterie stradali sembravano fiumi in piena.

In particolare il tratto di strada che collega Marano a Chiaiano è collassato: fango e materiale di risulta si sono riversati lungo via Santa Maria a Pigno. Il traffico risulta paralazzato e alcune auto sono bloccate nel fango. Situazione analoga anche a Quarto: via Santa Maria e via Cuccuro sembrano un pantano.

Disagi e danni anche su via Toscanella, arteria di raccordo tra il Vomero e l’area nord, dove alcuni alberi sono stati spazzati dalle forti raffiche di vento. Gli arbusti divelti hanno invaso la carreggiata, ostruendo il passaggio alle auto. Provenendo da Napoli non è possibile raggiungere via Toscanella: gli automobilisti sono costretti a svoltare in direzione Frullone. E’ possibile invece raggiungere il Vomero da Chiaiano.

Nella zona Ponti Rossi, in via Masoni, invece, s’è aperta una maxi voragine intorno le 3 e 15 di questa notte. Venticinque nuclei familiari sono stati sgomberati in via precauzionale dai vigili del fuoco.

Giugliano, spazzatrice sprofronda nella voragine

All’alba un tratto della pavimentazione di Piazza Gramsci ha ceduto e una spazzatrice della Raccolio è sprofondato nel fosso che si è creato. Per fortuna il conducente sta bene e non si sono registrati altri danni. “A originare il dissesto – spiega il sindaco in una nota – probabilmente una perdita idrica sotto la piazza, nei pressi della scuola”.

Provincia di Caserta

Emergenza anche nel Casertano nella zona di Sessa Aurunca: alle 4 del mattino dopo le frane il sindaco Silvio Sasso ha deciso di chiudere le scuole. “In seguito agli accertamenti in corso della Protezione Civile, dei Carabinieri e della Polizia Municipale che attestano il blocco di alcune strade importanti si dispone la chiusura delle scuole per la giornata di mercoledì 13 Novembre. Alla riapertura degli uffici comunali, sarà formalizzata e trasmessa alle Dirigenze scolastiche la relativa Ordinanza. Si specifica che il provvedimento non è dovuto alle generiche condizioni meteorologiche, ovvero alla pioggia seppur insistente, ma al blocco di alcune strade per frane determinatesi nella prima nottata”.

VIDEO

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.