Allacci abusivi e “pezzotto” sul contatore. 3 arresti tra Napoli, Nola e Casalnuovo

Allacci abusivi e “pezzotto” sul contatore. 3 arresti tra Napoli, Nola e Casalnuovo

Allacci abusivi ad opera di commercianti. I Carabinieri della stazione Borgoloreto hanno scoperto nella zona di Porta Nolana un allaccio abusivo all’interno di una nota pasticceria.

Allacci abusivi a Napoli

La titolare Assunta Luongo, una 59enne di Piazza Cavour, già nota alle forze dell’ordine, aveva allacciato l’impianto elettrico della sua attività, direttamente alla rete pubblica. La donna è ora agli arresti domicialiari con l’accusa di furto aggravato di energia. A seguito di altri controlli è emersa un’analoga operazione furtiva anche in altre 3 attività. In particolare un negozio di parrucchieri, una pasticceria e un bar siti tra Porta Nolana e Corso Lucci. I 3 proprietari sono ora identificati e denuncianti, mentre gli allacci abusivi rimossi. I carabinieri stanno ora quantificando il danno economico, che si aggira intorno alle decine di migliaia di euro.

L’operazione a Casalnuovo e Nola

I controlli, mirati a scoprire gli allacci, da parte delle autorità, si sono estesi anche nella provincia napoletana. A Casalnuovo, i carabinieri hanno arrestato una 47enne titolare di una trattoria, il cui danno economico della società Enel ammonta a circa 48mila euro. A Nola per lo stesso reato invece è stato tratto in arresto un 40enne di Castel Volturno gestore di un bar, che si è reso responsabile di una truffa da circa 42mila euro. I carabinieri hanno ora provveduto al sequestro del magnete e rimosso tutti gli allacci abusivi, mentre altre squadre proseguono i propri controlli volti a scoprire l’abuso alla rete elettrica.

 

SEGUI LE NOTIZIE SUL NOSTRO SITO

SEGUI LE NOTIZIE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.