Campania, fa troppo caldo: litiga col padre per il ventilatore e tenta di ucciderlo

Campania, fa troppo caldo: litiga col padre per il ventilatore e tenta di ucciderlo

Tenta di uccidere il padre per il ventilatore. E’ l’assurda vicenda avvenuta a Teggiano, nel salernitano. Protagonista della vicenda un 28enne del posto. Il ragazzo ha tentato di ammazzare il papà disabile con una roncola affilata.

Il motivo della lite è da ricercare nell’uso di un ventilatore per contrastare le alte temperature di questi giorni. Il tempestivo intervento dei carabinieri della compagnia di Sala Consilina è stato fondamentale.

I militari dell’Arma, infatti, hanno colto il ragazzo in flagranza di reato e dunque lo hanno posto in arresto con l’accusa di tentato omicidio del proprio padre disabile, 61enne, nonché per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Difatti nel corso della colluttazione un carabiniere è rimasto lievemente ferito ad una mano. I familiari del 28enne invece non hanno riportato nessuna ferita.

SEGUI LE NOTIZIE SUL NOSTRO SITO

SEGUI LE NOTIZIE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.