simone aricò morto sequestro circumvallazione

I piloni dell’Asse Mediano, all’altezza della circumvallazione esterna, dopo la rotonda Auchan, sono pericolosi per gli automobilisti. Sarebbero i principali “indiziati” dalla Procura di Napoli Nord nella morte di Simone Aricò, il ragazzo di 19 anni di Giugliano deceduto nel 2017 in un incidente.

La tragedia di Simone

Simone era in macchina, una Nissan Micra blu, insieme ad altre due persone tra cui una bambina di 8 anni, quando è avvenuto lo schianto mortale prima contro il pilastro di cemento e poi contro il guard rail della carreggiata opposta. Un tratto pericolosissimo che si snoda tra Giugliano e Qualiano, già teatro in passato di altri incidenti mortali.

Nell’ambito dell’inchiesta per omicidio stradale condotta dal pubblico ministero Giovanni Corona, la Procura di Napoli Nord aveva iscritto nel registro degli indagati il responsabile delle strade della città Metropolitana. I periti tecnici incaricati dalla Procura hanno accertato che i piloni sono sprovvisti di qualsiasi tipo di protezione. Una condizione che favorisce l’impatto dei veicoli in caso di perdita di controllo.

Scatta il sequestro della circumvallazione

A seguito di questo accertamento, il magistrato ha deciso di disporre il sequestro del tratto della circumvallazione che va dalla rotonda Auchan a Poten Riccio, asse viario di competenza dell‘ex ente provinciale. Intanto, però, il traffico veicolare tra Giugliano e Qualiano, anche sull’Asse Mediano, ne ha risentito. Già da ieri pomeriggio si segnalano lunghe code e rallentamenti, sia in direzione fascia costiera che in direzione centro. Per agevolare il deflusso macchine saranno disposte indicazioni di percorsi alternativi e riduzione da due corsie ad una corsia per senso di marcia.

SEGUI LE NOTIZIE DEL GIORNO

SEGUICI SULLA FANPAGE



continua a leggere su Teleclubitalia.it