Sparatoria piazza Nazionale, il killer di Noemi ha le ore contate. Ecco da chi arriva la svolta

Sparatoria piazza Nazionale, il killer di Noemi ha le ore contate. Ecco da chi arriva la svolta

NAPOLI. Il cerchio si stringe e per quell’uomo grosso, vestito di nero le cui immagini hanno fatto il giro del web e delle tv le ore potrebbero essere contate. Gli investigatori stanno lavorando senza sosta da venerdì per identificare il killer di Noemi e da quando le condizioni di Nurcaro (l’obiettivo del sicario) sono migliorate dare un nome al sicario potrebbe essere ancora più semplice.

Gli investigatori, intanto, non lo confermano, ma la pista più accreditata per la sparatoria del pomeriggio del 3 maggio scorso in piazza Nazionale, a Napoli, non è quella di un agguato di camorra, ma piuttosto di una vendetta per una vicenda privata. Adesso però Salvatore Nurcaro potrebbe essere interrogato a breve e potrebbe fornire informazioni decisive per risalire a quell’uomo che ha sparato all’impazzata, ferendo lui, Noemi e la nonna. Si spera infatti sia lo stesso Nurcaro a dire il nome del killer anche se dai video diffusi non è chiaro se il 32enne originario di San Giovanni a Teduccio abbia visto in volto il sicario che voleva ucciderlo.

Nurcaro ha precedenti per riciclaggio ed altri reati, ma non per associazione di stampo camorristico. E questo è un altro elemento che farebbe pensare al fatto che non si tratti di un agguato di camorra ma di una vendetta per una vicenda privata. A sostegno di questa tesi il fatto che il personaggio vestito di nero ha esploso diversi colpi a vuoto, con una mira approssimativa, le testimonianze secondo le quali l’arma, forse una calibro 9, si sarebbe inceppata, lasciano pensare cha ad agire non sia stato un sicario di un clan camorristico.

Le condizioni di Salvatore Nurcaro, il 32 enne originario del quartiere San Giovanni Teduccio, bersaglio del killer, sono migliorate mentre non è lo stesso per Noemi. Nell’ultimo bollettino diffuso dal Santobono, la piccola resta grave e la prognosi riservata. Alla bimba è stata dedicata oggi la tradizionale supplica alla Madonna di Pompei, con la presenza di migliaia di fedeli. Un gruppo di mamme ha indetto per domani una recita del Rosario all’ingresso del Santobono.

Noemi in fin di vita. Parla il papà della bimba: “Sto male. Voglio lasciare Napoli”

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.