Ragusa, poliziotto uccide la moglie e poi si suicida. L’ultimo post su Facebook: “Ti amo”

Ragusa, poliziotto uccide la moglie e poi si suicida. L’ultimo post su Facebook: “Ti amo”

Tragedia all’alba, a Ragusa. Un poliziotto, Simone Cosentino, 42 anni, ha ucciso sua moglie, Alice Bredice di 33 anni, che stava dormento, a colpi di pistola e poi si è suicidato. La coppia aveva due figlie piccole, di 6 e 7 anni. Su Facebook l’uomo le dedicava post carichi d’amore.

Il dramma si è consumato nell’abitazione della famiglia. A dare l’allarme sono stati proprio le due bambine, che in lacrime hanno chiamato un parente. Stando alle prime informazioni disponibili, il killer era un assistente capo della Polizia di Stato, in servizio presso la Questura di Ragusa.

Nella notte avrebbe esploso tre colpi di pistola contro la coniuge, sorprendendola nel sonno. I due si erano conosciuti in Piemonte, prima di trasferirsi in Sicilia per motivi di lavoro. Erano sposati da 8 anni. Il poliziotto ha anche lasciato un messaggio sul suo profilo Facebook. L’ultimo prima del folle gesto: “Ti ho dedicato tutta la mia vita. Ti amo“, scritto poco prima dell’omicidio-suicidio. Ancora ignoti i motivi che l’hanno spinto a compiere il gesto. Vicino ai cadaveri è stata trovata l’arma del delitto.

 

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.