Dramma a Venezia, 13enne gioca col fratellino e resta schiacciato. Così è morto Cristiano

Dramma a Venezia, 13enne gioca col fratellino e resta schiacciato. Così è morto Cristiano

E’ morto a 13 anni schiacciato da un muletto in un cantiere di Venezia. E’ il terribile destino toccato a Cristiano Lucchini, che insieme al fratellino si è introdotto all’interno della struttura per gioco. Secondo una prima ricostruzione, i due sono saliti sul mezzo, l’hanno messo in moto e hanno provato a fare delle evoluzioni.

A un certo punto la tragedia: una curva, presa troppo stretta – secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine – ha fattorovesciare il muletto: l’incidente è stato fatale per uno dei due adolescenti, Cristiano di 13 anni, veneziano di Castello, è rimasto schiacciato sotto il mezzo ed è morto all’istante. Illeso il fratello, di poco più grande. L’allarme è scattato subito dopo l’incidente. L’altro ragazzo è rimasto sotto choc: all’arrivo dei soccorsi è stato subito affidato a uno psicologo, che dovrà aiutarlo a superare il trauma.

Il fatto è avvenuto nel cantiere Boscolo Bielo alla Marittima, lungo il Rio della Scomenzera (canale trafficato soprattutto dai mezzi pubblici) dove ha sede l’azienda che tratta materiale edile per restauri, ricostruzioni e ripristino di immobili anche di grandi dimensioni in tutta Venezia.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.