Frattamaggiore. 13enne a scuola con pistola, la dirigente: “Basta cultura della paura, ragazzi devono denunciare”

Frattamaggiore. 13enne a scuola con pistola, la dirigente: “Basta cultura della paura, ragazzi devono denunciare”

Frattamaggiore. Un 13enne a scuola con la pistola. Sta facendo discutere l‘episodio avvenuto oggi all’istituto comprensivo Capasso-Mazzini di Frattamaggiore. Il ragazzo ha mostrato l’arma finta, priva del tappo rosso, a due compagni di classe delle medie: sono intervenute le maestre e la dirigente scolastica ha chiesto l’intervento dei carabinieri i quali hanno sequestrato la pistola. Il ragazzo è stato affidato ai genitori, entrambi incensurati.

La scoperta è partita quindi da una professoressa che ha notato un movimento strano. Da lì il ritrovamento nello zaino e la segnalazione ai carabinieri, coordinati dalla Compagnia di Giugliano. “La cosa che preoccupa la scuola è questa continua cultura dell’arroganza, della paura che si vuole trasmettere ai nostri figli ed nostri alunni. – dice la dirigente Fernanda Manganelli – E’ arrivato a scuola spavaldo di mostrarla. Convocheremo i genitori, ci sarà un consiglio di classe straordinario e valuteremo i provvedimenti con il consiglio d’istituto. I ragazzi devono denunciare per evitare altri episodio simili. Nella scuola deve esserci solo amore per la cultura ed il sapere.”

VIDEO:

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.