imma villani pasquale vitiello terzigno

E’ ancora ricercato Pasquale Vitiello, l’uomo che avrebbe ucciso ieri mattina Imma Villani fuori scuola della figlia. I fatti a Terzigno. La bimba ancora non sa quanto è successo.

Ieri ha detto alle insegnanti: “Mamma arriva più tardi, lo so. Mi ha detto che doveva andare a farsi togliere il gesso dal braccio. Si è fatta male, ma sta guarendo”. La piccola di 9 anni aspetta fiduciosa la madre che in realtà non arriverà mai più. Gli altri bambini sono stati fatti allontanare dopo l’omicidio. I genitori hanno detto ai piccoli che nell’edificio scolastico mancava la corrente elettrica e non si poteva fare lezione, poi li hanno fatti uscire dal retro: davanti al cancello c’era ancora il cadavere della donna.

Ieri mattina Imma ha accompagnato la figlia in classe poi uscita fuori era risalita in macchina ed è lì che è stata avvicinata dal suo assassino che a bordo di uno scooter le ha detto di scendere dal veicolo per poi ucciderla.

Il marito di Immacolata ha lasciato numerose lettere, sembra addirittura una ventina, in una delle quali avrebbe scritto di meditare un “proposito di farsi giustizia da sè”. Ma si tratta di elementi che dovranno essere verificati, vagliati e approfonditi nel corso delle indagini. I due pare vivessero già da separati in casa da tempo.

LEGGI ANCHE: Terzigno, tragedia annunciata: Imma aveva già sporto denuncia contro il marito



continua a leggere su Teleclubitalia.it