don michele interrogatorio

Si terrà lunedì, con tutta probabilità, l’interrogatorio di Don Michele Barone, il sacerdote finito ieri in carcere di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di giovani ragazze che avrebbe sottoposto senza autorizzazione della Diocesi a riti esorcistici, spesso con l’aiuto degli stessi familiari della vittima.

Ai domiciliari sono finiti anche i genitori di una ragazza di 13 anni costretta a subire i riti –  denunciati dalla sorella alla Polizia e alle Iene – e un funzionario della Polizia di Stato, Luigi Schettino, ex dirigente del commissariato di Maddaloni, amico di don Michele e ritenuto dagli inquirenti della Procura di Santa Maria Capua Vetere come un adepto della setta creata dal sacerdote.

inlineadv

Per i tre indagati  – come riporta il Mattino – l’interrogatorio si svolgerà dopo quello di Don Michele. Intanto le indagini proseguono. Al momento la Procura vuole capire se il sacerdote sia stato coperto nella sua attività da qualcuno della Diocesi e se abbia tratto un profitto.

Tre le vittime accertate dagli inquirenti, ma si sospetta che ce ne siano altre. Nel frattempo la Procura ha dimostrato che  Don Michele non conduceva uno stile di vita austero e povero, anzi era in possesso di una Bmw dove all’interno – ritengono gli inquirenti – si sarebbero anche consumati episodi di abuso sessuale.

 

related