Molestata nella stazione della Circumvesuviana, il terribile racconto di una ragazza: “Mi ha fatto schifo”

Molestata nella stazione della Circumvesuviana, il terribile racconto di una ragazza: “Mi ha fatto schifo”

Molestie sul treno della Circumvesuviana. E’ successo a L. S., 25enne, mentre aspettava il treno nella stazione di via Del Monte, territorio di Torre del Greco. Si tratta di una stazione senza presidi, senza nemmeno la biglietteria: una circostanza che lascia spesso i viaggiatori in balia di vandali e balordi. La donna è stata avvicinata da un uomo che le ha rivolto pesanti epiteti a sfondo sessuale.

Dopo l’accaduto ha deciso di raccontarlo in un posto finito sulla pagina facebook “No al taglio dei treni della Circumvesuviana”. “Secondo voi è normale – ha detto la ragazza – tenere le stazioni abbandonate a se stesse, senza biglietteria né alcun tipo di controlli? Non è dignitoso per noi donne dover abbassare il capo e sopportare correndo qualsiasi tipo di rischio. Pago regolarmente il biglietto per un servizio non per essere trattata in questo modo.  Ho chiamato il numero verde e hanno risposto che loro non possono farci niente”, le parole postate in rete dalla ragazza di Torre del Greco.

Poi ha aggiunto: “In genere una persona che non ha paura però mi ha fatto alquanto schifo sentirmi dire continuamente stamattina “mo m facc nu pesc mman nguoll a tte”, “s è fatt tuost tuost”, “teng nu cazz i fierr. Schifo ma anche tanta rabbia, rabbia di non potermi difendermi e di non avere nessuno a mia tutela. L’unica soluzione sarebbe stata abbandonare la stazione e perdere ancora di più la mia dignità, fuggire”.

“Siamo vicini alla pendolare, purtroppo Eav tiene impresenziate le stazioni per una politica di tagli che riteniamo sbagliata e dannosa. Noi chiediamo maggiore sicurezza e la riapertura delle biglietterie”, dice Enzo Ciniglio, portavoce del comitato dei pendolari