Paura a Napoli, operaio del cantiere di via Marina minacciato con un coltello

Paura a Napoli, operaio del cantiere di via Marina minacciato con un coltello

Avendo notato che gli operai di una ditta edile, impegnati nei lavori di ristrutturazione del manto stradale in Via Marina, per recarsi a lavorare nel cantiere, erano soliti giungere con la propria autovettura, aveva pensato bene di chiedere un parcheggio forfettario di €.5,00 settimanali.

Luigi Esposito, pregiudicato di 53 anni, la settimana scorsa, dopo aver formulato la sua richiesta, si è accorto che l’operaio era andato via con l’auto senza corrispondergli neanche un euro.

Stamane, dopo aver incontrato nuovamente l’operaio, pretendeva che gli fosse corrisposta la somma, relativa al parcheggio della settimana scorsa, più quella in corso. All’ennesimo rifiuto, non ha esitato ad estrarre un coltello, minacciando di forare i pneumatici dell’auto, schiaffeggiando la malcapitata vittima.

L’immediato allarme, scattato alla sala operativa, ha consentito agli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G. d’intervenire.

Il parcheggiatore abusivo, alla vista della Polizia di Stato, ha tentato di dileguarsi, liberandosi del coltello. I poliziotti lo hanno prontamente raggiunto e bloccato. Esposito, responsabile del reato di tentata estorsione aggravata e continuata, è stato arrestato e, a breve, condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.