Napoli. Trans aggredita per la seconda volta, scatta la denuncia di Arcigay

Napoli. Trans aggredita per la seconda volta, scatta la denuncia di Arcigay

Naomi è una giovane ragazza transessuale che si prostituisce nelle zone della stazione centrale di Napoli, è stata per la seconda volta nel giro di poche settimane, aggredita sia fisicamente che verbalmente sempre dalla stessa persona in possesso di un auto scura. Stufa della situazione, si è rivolta allo sportello legale di Arcigay di Napoli.

Su questo argomento parla il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli,  e Gianni Simioli de La Radiazza per i quali “il fatto  che una persona si sia sentita così impunita da poter tornare nello stesso posto per aggredire nuovamente la vittima di una prima aggressione dimostra che, forse, per reati di questo tipo c’è poca attenzione anche da parte delle forze dell’ordine quasi come se l’aggressione ai danni dei gay, trans e lesbiche fosse un’aggressione ai danni di persone di serie B”.

Tra le varie dichiarazioni troviamo anche quella di Daniela Lourdes Falanga, responsabile per i diritti umani delle persone trans di Arcigay :“Lo Stato dovrebbe farsi carico di questioni sensibili come queste, essere in grado di trovare soluzioni insieme a chi conosce il fenomeno (associazioni e cooperative, forze dell’ordine e operatori sanitari), legittimare un mercato esteso e complesso altrimenti  troppo vicino a dinamiche delinquenziali. Garantirebbe così un’attività proficua che salverebbe da drammi tante persone, salvaguardando la loro salute e quella di coloro che cercano incontri a pagamento e controllando quelle attività che inevitabilmente possono determinarsi in organizzazioni delinquenziali”.

di Annalisa Schiattarella