Isis, Usa lanciano super bomba in Afghanistan

Isis, Usa lanciano super bomba in Afghanistan

Lotta all’Isis intensificata da parte di Trump. Gli Stati Uniti hanno sganciato una bomba sull’Afghanistan orientale, nella zona di Nangarhar, con l’obiettivo di colpire l’Isis. Lo rende noto la Cnn citando fonti militari Usa.

Si tratterebbe come riporta l’Ansa di una cosiddetta bomba MOAB (la sigla significa ‘Massive ordnance air blast’, ma è stata ribattezzata mother of all bombs -madre di tutte le bombe), che pesa quasi 10 tonnellate e ha la forza di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri. Sarebbe la prima volta che viene utilizzata in combattimento. E’ il più potente ordigno non nucleare.

La Moab, come spiega anche Wikipedia, è stata sperimentata in Florida tre giorni dopo l’invasione dell’Iraq. E’ considerata, data la sua potenza, anche un’arma psicologica. La sua forza si basa, oltre che sull’enorme quantitativo di esplosivo ad alto potenziale, sulla capacità di provocare devastanti onde d’urto che distruggono qualsiasi cosa, bunker, persone ed equipaggiamento. Una di queste bombe costa 14,6 milioni di dollari.