Inseguimento a Torre Annunziata, arrestata nipote del boss Lepre

Inseguimento a Torre Annunziata, arrestata nipote del boss Lepre

Torre Annunziata. Traffico di droga: arrestata nipote del capoclan napoletano Ciro Lepre alias ‘o Sceriff’, boss del Cavone. Nel quadro della costante attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei fenomeni illeciti, i finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno tratto in arresto una donna per illecita detenzione di sostanza stupefacente.

In particolare, i militari del dipendente gruppo di Torre Annunziata, nel corso di un servizio di controllo economico del territorio, predisposto nel comune di Torre Annunziata, nei pressi del casello autostradale del prefato comune vesuviano, venivano incuriositi dalla repentina inversione di marcia che un’autovettura eseguiva alla vista degli operanti.

L’immediato inseguimento e tempestivo fermo del veicolo in fuga permetteva al militari operanti di rinvenire, nascosti sotto il sedile lato passeggero, 19 pani di hashish. gli accertamenti eseguiti sulla conducente dell’auto consentivano di identificare la stessa nella nipote di Ciro Lepre, noto pregiudicato della criminalità organizzata napoletana, attualmente detenuto, il quale si avvarrebbe di donne del clan per lo spaccio delle sostanze stupefacenti nel rione cavone e nella zona compresa tra via Toledo fino a Materdei.

Al termine del servizio veniva sottoposto a sequestro lo stupefacente, l’autovettura e del denaro contante. La responsabile, una 32enne napoletana, veniva tratta in arresto in flagranza di reato. La procura della repubblica presso il tribunale di Torre Annunziata disponeva il rito direttissimo nel corso del quale veniva convalidato l’arresto e ordinata la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.