Inferno di fuoco sul Vesuvio, arrestato il responsabile: è Leonardo Orsino

Inferno di fuoco sul Vesuvio, arrestato il responsabile: è Leonardo Orsino

Acciuffato dai Carabinieri l’autore dell’incendio che ha distrutto 10mila metri quadri del Parco Nazionale del Vesuvio. I militari dell’Arma della Compagnia di Torre del Greco, in sinergia con i Carabinieri Forestali, nella notte hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per incendio boschivo emessa dal GIP di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura nei confronti di Leonardo Orsino, un 24enne del luogo già noto alle forze dell’ordine.

Il ragazzo, identificato grazie a veloci indagini, esame di telecamere e attività di intercettazione, è ritenuto responsabile di aver appiccato, il 14 luglio scorso a Torre del Greco, l’incendio che ha distrutto 10mila metri di Parco Nazionale del Vesuvio e messo in ginocchio un’intera regione. Il giovane, secondo le indagini, ha utilizzato un semplice accendino, mettendo per altro a repentaglio con quel gesto la sua stessa abitazione, lambita dalle fiamme. Adesso si trova nel carcere di Napoli – Poggioreale, dove è stato tradotto in attesa del processo.

Leonardo Orsino fa il macellaio, ha una figlia ed ha la passione per il fuoco. E’ questo l’identikit del 24enne di Torre del Greco che sarebbe il responsabile del vastissimo incendio sul Vesuvio. Un insospettabile che con un gesto di cui non è ancora chiara la causa ha mandato in fiamme 100 ettari di Parco Nazionale.