Gentiloni operato, intervento di angioplastica al Gemelli. Ecco cos’è

Gentiloni operato, intervento di angioplastica al Gemelli. Ecco cos’è

Il Premier Paolo Gentiloni operato d’urgenza al Gemelli di Roma per un angioplastica. Secondo quanto riportano i principali quotidiani nazionali, il premier è stato ricoverato dopo aver avvertito un malore al rientro dalla visita a Parigi da Hollande.

A seguito del ricovero Gentiloni è stato sottoposto a un delicato intervento di angioplastica. Dopo l’intervento pare che Gentiloni stia bene e sia cosciente. ll decorso post operatorio è regolare. Adesso il capo del governo è sotto osservazione per verificare che tutti i valori siano nella norma. Nelle prossime ore verrà sottoposto a tutte le terapie necessarie previste dopo un’angioplastica.

Gentiloni verrà dimesso dall’ospedale nel giro di due o tre giorni e potrà così riprendere regolarmente a svolgere le sue funzioni di overno. Salterà quindi l’incontro programmato per domani a Londra con il primo ministro britannico Theresa May e posticipato a data da stabiliare. Non è previsto al momento nessun bollettino medico sulle sue condizioni.

Vicinanza espressa da tutto il mondo della politica su Twitter e su Facebook. A rassicurare sullo stato di salute di Gentiloni è Benedetto Della Vedova: “L’ho sentito per messaggio stamattina” ha detto il sottosegretario gli Esteri, intervenuto al videoforum di Agi ‘Viva l’Italia’ – Sono certo che riprenderà al più presto le sue funzioni”.

Ma che tipo di intervento ha avuto Gentiloni? L’angioplastica, nel linguaggio medico e scientifico, è una procedura utilizzata per dilatare un restringimento del lume (stenosi) di un vaso sanguigno che, nella maggior parte dei casi, è dovuto alla presenza di una placca. Per incrementare il flusso del sangue, alterato dall’occlusione, il vaso viene dilatato tramite uno speciale catetere a palloncino (sgonfio) che viene inserito, portato fino al punto dove si trova la stenosi e quindi gonfiato in corrispondenza del restringimento, così da ripristinare il normale diametro.

L’angioplastica più conosciuta è quella coronarica, utilizzata per dilatare le arterie che portano sangue al cuore. Pare che Gentiloni però sia stato sottoposto a un interventodi angioplastica periferica, ovvero l’alterazione di tipo occlusivo è presente presumibilmente in un vaso degli arti inferiori. Il ‘palloncino’ di cui sopra, quindi, sarebbe stato introdotto e gonfiato nelle gambe. L’intervento è riuscito perfettamente.